Diletta Leotta
Diletta Leotta a Buoni o Cattivi: ‘Ho pensato che la mia vita fosse finita’
14 Settembre 2021
green pass
Pomeriggio 5, la docente no green pass continua lo sciopero della fame: ‘I bambini non muoiono’
14 Settembre 2021

Eitan, le accuse della nonna materna da Israele: ‘Le condizioni sono pessime’, Peleg ai domiciliari

Eitan

Continua il botta e risposta tra i familiari del piccolo Eitan, l’unico sopravvissuto del tragico incidente del Mottarone dello scorso maggio. Il bambino di sei anni era stato affidato alla zia paterna ma il nonno materno l’ha portato con sé in Israele. Dopo essere stato dimesso dall’ospedale è stato accolto nella sua casa a Travacò, in provincia di Pavia, e viveva con al sorella del papà, Aya Biran-Nirko. Quest’ultima aveva ottenuto l’affidamento in prima istanza dal tribunale dei minori di Torino che aveva altresì disposto che la famiglia materna potesse vedere il bambino due volte alla settimana per due ore e mezzo. Provvedimento che aveva contestato la famiglia materna di Eitan

Il nonno indagato per sequestro di persona aggravata, nel blitz sarebbe coinvolta anche l’ex moglie

Ora Shmuel Peleg è indagato per sequestro di persona aggravata e, come comunicato dalla polizia di Israele, ora è agli arresti domiciliari. L’uomo è stato interrogato martedì 14 settembre per le accuse di rapimento del nipote. E nella vicenda sarebbe coinvolta anche l’ex moglie, Ester Cohen, detta Etty. Secondo quanto riferito da Or Nirko, marito di Aya Biran, anche la nonna di Eitan avrebbe partecipato attivamente al rapimento con trasferimento a Tel Aviv (Israele) da Hannover (Germania) dove erano arrivati con volo privato partito da Lugano (Svizzera).

Le accuse di Ester Cohen e la precisazione del legale di Shmuel Peleg

Dall’altra parte Ester Cohen ha replicato alle accuse attraverso un’emittente israeliana alla quale riferito che “le condizioni di Eitan sono pessime, ora dopo quattro mesi i medici vedranno cosa gli è accaduto” – ha riferito la nonna come riferito da Il Corriere della Sera. “Per quattro mesi hanno impedito a me e a Shmuel di consultarci con medici e psicologi”. Esternazioni che, però, sono state smentite dal legale del nonno che ha riferito che il bimbo sta bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *