Nicole Minetti
Nicole Minetti annuncia la svolta con un profilo Instagram vietato ai minori
9 Settembre 2021
pio e amedeo
Pio e Amedeo, l’ironia di Tommaso Zorzi sul premio ai Seat Music Awards (FOTO)
10 Settembre 2021

Femminicidio a Quartucciu, assale la moglie e la uccide con 10 coltellate: ‘Ho fatto una pazzia’

Femminicidio

Ha ucciso la moglie con dieci coltellate al culmine dell’ennesimo litigio a Quartucciu, in provincia di Cagliari. Il femminicidio di Angelica Salis si è consumato nel pomeriggio di giovedì 9 settembre con il 67enne Paolo Randaccio che ha telefonato al 118 ed ai carabinieri: “Venite subito in via Sarcidano, ho fatto una pazzia”.

Tragedia in provincia di Cagliari, il pensionato 67enne Paolo Randaccio uccide Angelica Salis

Gli uomini dell’Arma hanno trovato la sessantenne in una pozza di sangue. È stato il pensionato a mostrare il corpo della consorte ai militari prima di abbandonarsi sul divano e ripetere: “Sono stato io”. Gli operatori sanitari non hanno potuto che accertare il decesso della donna. L’uomo si è scagliato con una ferocia inaudita sulla moglie colpendola alla gola, al collo ed al petto fin quando è crollata a terra. Nonostante ciò ha continuato ad infierire colpendola al fianco. Le discussioni tra i due pare fossero frequenti. Prima per motivi legati alla convivenza e poi lo stato di depressione che la donna stava attraversando negli ultimi tempi.

La vittima colpita al collo, alla gola ed al petto

In particolare la gestione delle faccende domestiche era diventato motivo di roventi battibecchi così come avvenuto nel primo pomeriggio del 9 settembre quando le urla di Angelica Salis hanno richiamato l’attenzione dei vicini. Secondo quanto riferito da Il Corriere della Sera la vittima è stata raggiunta in sala da pranzo dal marito che l’ha colpita ripetutamente con un coltello dopo averle tirato una sedia contro. Una larga ferita alla gola avrebbe determinato il decesso.  La coppia aveva tre figli, tutti sposati e residenti nell’area cagliaritana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *