feltri fuori dal coro
Feltri senza freni a Fuori dal Coro: ‘I meridionali sono inferiori’ (VIDEO)
22 Aprile 2020
coronavirus riapertura
Fase 2 coronavirus: negozi e uffici aperti di notte, cambia l’autocertificazione
22 Aprile 2020

Sono stati hackerati i database della Gates Foundation, dell’Oms e dell’Istituto di virologia di Wuhan e migliaia di e-mail, password e documenti sono stati divulgati online. In queste ore i tecnici stanno lavorando per risalire agli autori della violazione e, soprattutto, a rimettere in sicurezza informazioni e dati sensibili.

Diffusi i dati on line: ‘Usato il termine di ricerca Gates Hacked’

Più che altro si proverà a limitare i danni in quanto diversi documenti della Gates Foundation sono disponibile on line con il termine di ricerca “Gates Hacked“.

Pubblicati 25000 indirizzi email e password

Secondo il Washington Post attivisti anonimi hanno pubblicato quasi 25.000 indirizzi e-mail e password apparentemente appartenenti al National Institutes of Health, all’Organizzazione mondiale della sanità, alla Gates Foundation e ad altri gruppi che lavorano per combattere la pandemia di coronavirus, secondo il SITE Intelligence Group, che controlla l’estremismo online e i gruppi terroristici .

Dall’Australia: ‘Reali gli indirizzi e-mail e le password dell’Oms diffuse in rete’

Un esperto australiano di sicurezza informatica, Robert Potter, ha dichiarato di essere stato in grado di verificare che gli indirizzi e-mail e le password dell’OMS fossero reali. Le liste, le cui origini non sono chiare, sembrano inizialmente essere state pubblicate su 4chan, una bacheca nota per il suo commento politico estremo odioso, e successivamente su Pastebin, un sito di archiviazione di testo, Twitter e sui canali estremisti di estrema destra su Telegram, un’app di messaggistica.

Dietro l’azione di hackeraggio ci sarebbe un gruppo di estremisti che sostiene tesi cospirazioniste sulla pandemia

Secondo alcuni fonti l’attacco hacker sarebbe stato portato da estremisti di destra che sostengono tesi cospirazioniste in relazione alla pandemia di coronavirus Covid 19. La Fondazione Gates ha dichiarato che sta monitorando la situazione: “Al momento non abbiamo un’indicazione di una violazione dei dati alla base”.

Un portavoce di Twitter: ‘Interverremo immediatamente’

Katie Rosborough, portavoce di Twitter, ha dichiarato: “Siamo a conoscenza di questa attività dell’account e stiamo intraprendendo azioni di applicazione diffuse in base alle nostre regole, in particolare la nostra politica in materia di informazioni private”. 

Gli hacker e la tesi del collegamento tra Sars-Cov 2 e Hiv

Su 9chan gli estremisti spingevano a condividere un meme che lasciava intendere che dalle informazioni recuperate, attraverso gli indirizzi e-mail e le password hackerati, si evinceva “che SARS-Co-V-2 era stato creato artificialmente con lo scopo di trovare un vaccino per l’HIV“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *