bambina morta Palermo
Palermo, il papà di Antonella: ‘Tik Tok era il suo mondo, mi fidavo di lei’, lo zio: ‘Rispettate il nostro dolore’
23 Gennaio 2021
Claudia Rossano
Claudia Rossano, l’accompagnatrice che strega i giovanissimi: ‘Ho conosciuto lusso e uomini favolosi ma smetto se trovo l’amore’
23 Gennaio 2021

Italiana uccisa a Santo Domingo, 59enne modenese trovata in un frigorifero: sborsati 30mila euro per assassinare Claudia Lepore

Claudia Lepore

Violentata e uccisa a Santo Domingo. La cinquantanovenne Claudia Lepore, originaria di Carpi (provincia di Modena), è stata ritrovata priva di vita nella sua abitazione nel quartiere residenziale del Bavaro, a Punta Cana. Il suo corpo è stato trovato giovedì 21 gennaio in un frigorifero dove, probabilmente, giaceva da almeno tre giorni. Gli inquirenti non escludono che la donna, legata ed imbavagliata, sia morta assiderata ma indagini sono in corso per ricostruire ogni dettaglio del terribile delitto.

Violentata e uccisa a Santo Domingo, arrestato il 46enne Antonio Lantigua

Le autorità locali hanno individuato ed arrestato nel giro di poche ore l’uomo che ha compiuto materialmente l’omicidio. Si tratta del 46enne Antonio Lantigua (detto El Chino. La fuga dell’uomo è stata bloccata venerdì 22 gennaio nella zona di Maggiolo a Cofresí, Puerto Plata. Secondo la Direzione centrale delle indagini penali (Dicrim) della Polizia nazionale di questa città, Lantigua ha riferito di aver ucciso la donna per questioni sentimentali.

L’uomo avrebbe incassato 200.000 pesos per commettere l’omicidio

Movente al quale gli investigatori non hanno creduto per via di alcuni messaggi WhatsApp che hanno indirizzato le indagini verso l’omicidio per questioni economiche. L’assassino avrebbe intascato 30.000 euro (200.000 pesos) per uccidere su commissionela modenese. A denunciare la scomparsa di Claudia Lepore era stata l’amica modenese, Ilaria Benati, con la quale la 59enne aveva avviato nel 2009 il bed&breakfast Villa Corazon.

Aveva gestito il B&B Villa Corazon e voleva rientrare a Carpi, al vaglio la posizione dell’ex socia

Successivamente aveva deciso di aprire un’attività in proprio e nel 2019 aveva deciso di rientrare definitivamente nella sua Carpi, dove aveva gestito il bar Bel Ami, ed era rientrata nel 2020 a Santo Domingo per sistemare alcuni affari. Al vaglio deli inquirenti anche la posizione dell’ex socia. La salma della 59enne è stata inviata all’Istituto Nazionale di Scienze Forensi (Inacif) a San Pedro de Macorís per l’autopsia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *