Gerard Piqué in crisi con Shakira: la presunta amante e il riferimento al tradimento nell’ultimo brano
2 Giugno 2022
Salerno, cuccioli caduti dal balcone a Pastena: ‘Ospitati dalla Lega del cane con la mamma’
3 Giugno 2022

Italiano travolto e ucciso a Palma di Maiorca dall’auto della polizia, il giallo delle luci: ‘Prelevata bottiglia’

Da due mesi si era trasferito a Palma di Maiorca dove aveva trovato lavoro in un ristorante sul Paseo de Sagrera. il sardo Mario Decandia, originario di Tempio, è morto in un incredibile incidente provocato da una pattuglia della polizia locale.

Il 36enne tempiese Mario Decandia lavorava da due mesi a Palma di Maiorca: feriti due colleghi

L’auto ha travolto il 36enne e altri due colleghi di lavoro dell’italiano, uno svizzero di 25 anni e una donna polacca di 35 anni che hanno riportato gravi ferite ma che non sarebbero in pericolo di vita. Secondo una prima ricostruzione il conducente della vettura della Polizia ha perso il controllo della vettura, per cause in corso d’accertamento, ed ha travolto Mario Decandia e i due amici mentre si trovavano in una zona pedonale di Passeig Sagrera. Il vicesindaco di, Joana Adrover, ha annunciato “un’indagine rigorosa e decisa” sull’accaduto. 

L’incidente è avvenuto intorno alle 12:30 di mercoledì 1° giugno. É stato accertato che sulla volante della polizia c’era un agente di polizia tirocinante al fianco di un collega esperto. I due hanno spiegato che viaggiavano a velocità sostenuta perché si stavano recando al pronto soccorso. Il conducente ha perso il controllo dell’auto in curva che è piombata sull’isola pedonale investendo la vittima e altre due persone e finendo la sua corsa contro una panchina del lungomare.

Fiori lungo la strada dove è deceduto Mario Decandia a Palma di Maiorca

Il sardo è stato travolto mentre passeggiava sulla zona pedonale di Passeig Sagrera

Il 36ennne sardo è stato immediatamente trasportato al Son Espases dove è deceduto alle 3 del mattino del 2 giugno per le gravi ferite riportate. La 35enne polacca ed il 25enne svizzero (trasportato alla clinica di Juaneda) sono ricoverati in terapia intensiva. Un testimone ha riferito di aver visto l’auto della polizia locale viaggiare con i lampeggianti spenti.

“L’auto della Polizia Locale ha frenato in ritardo, ha perso il controllo e si è portato via panchine, un lampione e i nostri colleghi, che stavano uscendo dal lavoro e stavano tornando a casa con calma E, tra l’altro, l’auto della Polizia Locale non aveva le luci blu di emergenza accese” – ha dichiarato Lara Gonzalez, collaboratrice di Decandia che ha assistito all’incidente.

Mario De Candia

Le accuse dei testimoni: ‘Viaggiavano con le luci d’emergenza spente, prelevata bottiglia di alcol’

Tesi che è stata smentita dall’assessore alla sicurezza che, a supporto della sua tesi, ha riferito che la circostanza sarebbe avvalorata anche dalle telecamere di videosorveglianza presenti in zona. Ad una tv locale Janco Halberg, ascoltato anche dalla Polizia, ha dichiarato di aver visto prelevare una bottiglia di alcol dall’auto degli agenti della polizia locali coinvolti nell’incidente.

“Ci sono almeno sei persone che possono confermare questa mia affermazione” – ha dichiarato a  IB3 Television. Il proprietario del ristorante dove lavorava Mario Decandia ha annunciato che i suoi tre locali, a Palma, Puerto Portals ed Eivissa, rimarranno chiusi per due giorni in segno di lutto. Quando si è verificato l’incidente mortale l’italiano e i suoi due colleghi avevano appena finito il turno di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.