vanessa incontrada
Vanessa Incontrada, vacanze di Natale di lavoro alla bancarella del padre (VIDEO)
28 Dicembre 2019
Massimo Boldi Irene Fornaciari
Massimo Boldi presenta la giovane compagna a Italia Sì, Irene Fornaciari: ‘Mi piace la sua leggerezza’
28 Dicembre 2019

Non ce l’ha fatta Marta. E verrebbe voglia di fermarsi qui, senza aggiungere altro che finirebbe con il banalizzare il ricordo di una ragazza che banale non era. Conoscendola – schietta e diretta – non avrebbe gradito.

Marta Naddei non ce l’ha fatta, la famiglia ha autorizzato l’espianto degli organi

Come stride usare quel verbo essere al passato. Da cronista scrupolosa Marta aveva raccontato e ricostruito tanti incidenti per Cronache del Mezzogiorno. Aveva raccontato il coraggio di quelle famiglie che in un momento di profondo dolore avevano trovato la forza di donare gli organi per dare una speranza a chi lottava per restare aggrappato alla vita.

La giornalista salernitana Marta Naddei, scomparsa prematuramente a 33 anni

Quello stesso coraggio che ha trovato la famiglia Naddei oggi dopo aver saputo che Marta si era spenta a 33 anni alle 15 di un freddo pomeriggio di dicembre dopo aver sperato e pregato di rivederla sorridere ed ascoltare una delle sue battute taglienti. Se ora avesse la possibilità direbbe: ‘Beh, cosa sono queste facce tristi, sono solo partita per un lungo viaggio”. Magari per la Corea del Sud, Paese che amava e che aveva visitato.

Le inchieste per Cronache, la passione per la Corea del Sud e per lo sport

Brillante giornalista d’inchiesta (dal caso Crescent a Piazza della Libertà passando per le problematiche legate al mondo della sanità) per Cronache e per il periodico L’Ora di Cronache, era anche una sportiva a tutto tondo. Oggi avrebbe gioito per la vittoria di Paris in discesa a Bormio e per il secondo posto della Bassino in attesa di rivedere Ibrahimovic nuovamente in campo con la maglia del suo Milan (allo svedese ha dedicato l’ultimo post su Instagram). Si era avvicinata al calcio a 5 ed era diventata addetto stampa e prezioso punto di riferimento dell’Alma Salerno.

In sella al suo scooter girava la città in lungo e in largo per scoprire e approfondire le notizie, per raccontare le storie di chi non ha voce. Un viaggio che si è bruscamente interrotto l’altra notte all’altezza dello scoglio 24 sul lungomare Marconi di Salerno. I funerali saranno celebrati domani, 29 dicembre, alle 13 alla chiesa di Santa Margherita di Pastena.

Cara Marta alla fine mi sono un po’ dilungato e, forse, per questo sarò bacchettato. La notizia della tua scomparsa mi ha lasciato senza fiato, salutami papà se lo incroci tra i giusti del creato… E un giorno, chissà, ci rincontreremo e sorrideremo pensando a qualche scambio di vedute del passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *