L’Argentina piange il Tata Brown, con Maradona trionfò ai mondiali dell’86: il video del gol contro la Germania
13 Agosto 2019
Nadia Toffa, gli haters non si fermano neanche di fronte alla morte: la denuncia dell’agenzia funebre Taffo
13 Agosto 2019

Nadia Toffa, la Iena dal dolce sorriso ora è l’inviata degli angeli: l’annuncio della morte, il cordoglio sui social

Nadia Toffa ha lasciato la terra nella notte per intraprendere una nuova grande missione come inviata degli angeli. La notizia della morte dell’angelo biondo de Le Iene ha lasciato senza fiato gli italiani . Tante le dediche e i messaggi di cordoglio pubblicati sui profili social pochi istanti dopo il triste post con il quale la redazione de Le Iene annunciava la triste notizie. La bresciana aveva compiuto 40 anni il 10 giugno quando il terribile male aveva ormai preso il sopravvento. Da quando ha scoperto di avere il tumore – nel dicembre del 2017 – ha lottato a testa alta e con il sorriso sulle labbra. In questo lasso di tempo non le avevano dato tregua neanche gli haters con assurdi commenti intrisi di veleno.

Nadia Toffa aveva scoperto il terribile male dopo aver accusato un malore a Trieste. Da lì il lungo calvario, la prima operazione, il ritorno alla conduzione de Le Iene e quel commovente discorso carico di speranza. Poi il ritorno del ‘mostro’, le cure più invasive che non le avevano impedito di tornare a condurre la trasmissione di Italia 1 la domenica sera. Aveva saltato l’ultima puntata e l’assenza social delle ultime settimane aveva allarmato i tantissimi fan de la Iena fino al brusco risveglio di questa mattina, 13 agosto 2019. Ne riportiamo alcuni di seguito ad iniziare dal lungo e commovente post della redazione de Le Iene.

‘Chi ha vissuto come te non perde mai’

Visualizza questo post su Instagram

Cara Nadia sono qui seduta senza trovare le parole. No, stavolta non riesco a vedere nulla di consolante in tutto questo, se non il coraggio che hai dimostrato e che mi ha insegnato, ancora di più, i veri valori della vita. Non hai mai mollato, come una vera leonessa, anche quando ti eri resa conto che quella maledetta malattia aveva vinto. Sono andata a rivedere nostri messaggi e, a dimostrazione di quanto sei sempre stata eccezionalmente speciale, non mancavi mai gli auguri alle feste, un commento carino. Tra gli altri mi avevi inviato una canzone scritta e cantata da te: ‘Diamante briciola’. Dice: “stringila forte non farla andare via anche se non sarà mia è diamante Briciola” Sono persa. Stammi vicino. Ti voglio bene! #NadiaToffa

Un post condiviso da Simona Ventura (@simonaventura) in data:

Visualizza questo post su Instagram

Mi incazzavo sempre quando quegli stupidi cretini ti attaccavano ma tu mi dicevi: “Dai amica facciamoci una risata insieme”(anche se so che ci stavi male). E poi quando venivi nel mio camerino ridendo, sempre ridendo, con quel cappello a falde larghe che dovevano nascondere anche se non te ne fregava niente di nascondere. E poi mille altre cose. Oggi sono triste. Ti saluto come mi salutavi tu: Ciao TesorA. Con la A maiuscola. E con la poesia che mi hai mandato qualche mese fa. “Sei bella. E non per quel filo di trucco. Sei bella per quanta vita ti è passata addosso, per i sogni che hai dentro e che non conosco. Bella per tutte le volte che toccava a te, ma avanti il prossimo. Per le parole spese invano e per quelle cercate lontano. Per ogni lacrima scesa e per quelle nascoste di notte al chiaro di luna complice. Per il sorriso che provi, le attenzioni che non trovi, per le emozioni che senti e la speranza che inventi. Sei bella semplicemente, come un fiore raccolto in fretta, come un dono inaspettato, come uno sguardo rubato o un abbraccio sentito. Sei bella e non importa che il mondo sappia, sei bella davvero, ma solo per chi ti sa guardare.” Alda Merini

Un post condiviso da Barbara d'Urso (@barbaracarmelitadurso) in data:

Visualizza questo post su Instagram

Ciao guerriera

Un post condiviso da Striscia la notizia (@striscialanotizia) in data:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *