Tabella salvezza Salernitana: la possibile proiezione per i granata, basterà? (VIDEO)
15 Marzo 2022
La pupa e il secchione show, partenza con la… botta: paura per la caduta di Alessandro De Meo (VIDEO)
16 Marzo 2022

Uccide i genitori a Chiampo per soldi: il 25enne Diego Gugole si è costituito, il bonifico dopo il delitto

Ha ucciso i genitori dopo un violento alterco per motivi di soldi e poi ha vagato per ore prima di costituirsi. Il terrificante duplice omicidio è stato scoperto nella tarda serata di martedì 15 marzo quando Diego Gugole, 25 anni, si è presentato intorno alle 22 alla caserma dei carabinieri di Vicenza ed ha confessato di aver ucciso Sergio Gugole e Lorena Zanin, entrambi 60enni nella loro abitazione di Chiampo, in provincia di Vicenza.

Diego Gugole ha sparato prima al padre e poi ha atteso il rientro della madre per ucciderla

A rinvenire i corpi privi di vita dei coniugi, all’interno di un’abitazione in via Villaggio Marmi, sono stati i Vigili del fuoco dopo la richiesta d’intervento degli uomini dell’Arma. Secondo una prima ricostruzione le liti tra figlio e genitori erano frequenti negli ultimi tempi per questioni economiche con frequenti richiesta di danaro al papà che in passato era stato proprietario di una conceria.

Diego Gugole ha riferito di aver sparato ai genitori e di aver chiuso la porta di casa dall’esterno prima di iniziare a vagare per il vicentino. Nello specifico avrebbe prima ucciso il papà, intorno alle 10:30, con due colpi di pistola alla testa mentre era a tavola, poi la madre, rientrata a casa a ora di pranzo, con 4 colpi di arma da fuoco. Sulla vicenda indaga la Procura di Vicenza.

Il giovane voleva impossessarsi di un’ingente somma per acquistare un immobile ad Arzignano

Un delitto che potrebbe essere premeditato secondo quanto sta emergendo in queste ore. Il 25enne voleva impossessarsi di una consistenza somma di danaro, circa 800mila euro, per acquistare un immobile ad Arzignano per il quale aveva corrisposto una caparra e un’auto.

Da un marocchino si è procurato la pistola semiautomatica di fabbricazione polacca, acquistata per 3800 euro a Cologna Veneta. Dopo aver compiuto il duplice omicidio avrebbe effettuato un bonifico di circa 16 mila euro dal conto corrente del padre a quello personale.

L’ipotesi dell’omicidio premeditato, aveva acquistato pistola e sacchi di tela per occultare i cadaveri

Dopo essersi cambiato ed aver consegnato all’impresa edile un ulteriore somma di denaro come anticipo per l’immobile opzionato, ha acquistato alcuni sacchi di tela, vernice e pennelli da utilizzare per occultare le macchie di sangue. Il suo intento era di nascondere i corpi dei genitori all’interno dell’appartamento al piano terra, disabitato da anni dopo la morte dei nonni paterni. Diego Gugole è stato tradotto in carcere in attesa dell’interrogatorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.