zanardi
Zanardi in coma farmacologico, il medico che l’ha operato: ‘Resta grave ma i numeri sono buoni’
20 Giugno 2020
ciao darwin 7
Ciao Darwin 7, Io so io vs Noi non semo: Kristýna Teimerová Madre Natura, sarà delirio alla macchina del tempo (VIDEO)
20 Giugno 2020

Nell’ambito dei lavori di ristrutturazione di una casa l’utilizzo del cartongesso si può rivelare una scelta fondamentale. Questo materiale è infatti piuttosto versatile e si presta molto bene alla realizzazione di tramezzi e divisori, specialmente negli ambienti interni. In questo modo si può suddividere l’appartamento in maniera molto più conforme alle proprie esigenze e si può creare uno spazio abitativo più funzionale. Scegliere il cartongesso può essere veramente importante se per esempio abbiamo la necessità di distribuire meglio lo spazio tra il salone e l’ingresso, per ricavare una cabina armadio oppure per creare delle nicchie o delle librerie. Inoltre può essere molto importante il suo uso per nascondere i cavi dell’impianto elettrico. Sono molti i vantaggi che questo materiale ci può dare. Scopriamoli tutti.

Quanto costa una parete in cartongesso

Ma quanto costa il cartongesso? Dobbiamo considerare soprattutto il prezzo al metro quadro. In genere il cartongesso standard, di uno spessore di circa 12,5 millimetri, costa da 3 euro al metro quadro. Naturalmente il prezzo di ogni lastra o di ogni pannello dipende da molti fattori, anche dalla tipologia che si sceglie o dal suo utilizzo.

Inoltre ci sono molte caratteristiche dei pannelli che influiscono sul costo finale. Per esempio, se vogliamo un pannello di cartongesso ultraleggero dello spessore di 33 millimetri, potremmo spendere dagli 11 euro al metro quadro. Se ci interessa il cartongesso accoppiato con polistirolo isolante, di uno spessore di circa 13 millimetri, dovremmo calcolare un costo da 7 euro al metro quadro.

Invece il cartongesso accoppiato all’antiumidità e quello isolante, acustico e fonoassorbente, può costare rispettivamente dai 10 euro al metro quadro e da 15 euro al metro quadro.

I vantaggi di una parete in cartongesso

Ma non è soltanto una questione di costi. Infatti già precedentemente abbiamo fatto riferimento ai numerosi vantaggi che può avere una parete in cartongesso. Questo materiale così duttile e flessibile ci consente di creare facilmente delle pareti divisorie oppure può costituire la base di partenza essenziale per creare elementi di arredo.

Di solito tutti ricorrono al cartongesso perché è un materiale facile da lavorare e poi è molto leggero, creando a volte effetti importanti anche dal punto di vista dell’isolamento termico ed acustico.

Si possono infatti usare a questo scopo dei pannelli di cartongesso con spessori standard di circa 12 millimetri in abbinamento a materiali isolanti come, per esempio, la lana di vetro.

Inoltre le pareti in cartongesso hanno il vantaggio di essere anche resistenti al fuoco, perché questo materiale è ignifugo.

C’è anche da considerare un altro vantaggio su cui spesso non si riflette molto. Si tratta del fatto che questo materiale è anche idrorepellente, quindi con il suo utilizzo si può evitare la formazione di condensa nelle pareti. Realizzando dei tramezzi in cartongesso con dei pannelli antimuffa e antiumidità, si può essere sicuri di evitare il problema.

Il cartongesso può essere utilizzato anche per fare una parete attrezzata in cucina, per creare una nuova camera da letto oppure per ricavare un bagno molto vicino alla stanza da letto.

Con il cartongesso si possono realizzare delle pareti interne per creare per esempio una sala per il tempo libero. Inoltre può costituire un punto di partenza per la realizzazione di elementi di arredamento, come, ad esempio, una parete attrezzata con il televisore.

Basta aggiungere delle finiture come dei faretti oppure per esempio delle mensole, per riuscire a ricavare una distribuzione dello spazio più ottimizzata nella tua abitazione e per creare degli effetti estetici particolarmente gradevoli.

Il cartongesso insomma può essere davvero la soluzione ideale per valorizzare al massimo la tua casa e per mettere in risalto alcuni particolari ambienti che prima risultavano piuttosto anonimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *