giuseppe conte
Coronavirus, la zona rossa è estesa a tutta l’Italia: il testo del decreto firmato dal premier Conte
9 Marzo 2020
nuovo modulo autocerficazione 17 marzo
Autocertificazione per viaggiare coronavirus: i dettagli e il modulo
10 Marzo 2020

Luoghi diversi per un film già visto appena tre giorni fa (sabato 7 marzo). Si è passati dall’assalto all’intercity Milano-Salerno alla stazione Garibaldi del capoluogo lombardo alla corsa ai supermercati.

Tutti in fila davanti ai Carrefour di mezza penisola

Appena il premier Conte ha annunciato il decreto che estendeva all’Italia interna i provvedimenti presi per la Lombardia e le province in zona rossa, tanti residenti del centro sud hanno pensato bene di mettersi in fila davanti ai Carrefour (aperti h24) per un’insolita spesa notturna. E non si è trattato di situazioni isolate.

Assalto ai supermercati nonostante il chiarimento del premier Conte

Numerosi utenti hanno documentato, con tanto di foto, le file senza senso che si sono create nella notte per accaparrarsi derrate alimentari (pasta, patate, frutta) nonostante il Presidente del Consiglio avesse ribadito che non c’era alcun problema sotto quest’aspetto. Tra l’altro gli esercizi alimentari sono le uniche attività non sottoposte a limitazioni tranne quelle relative all’assembramento ed alla distanza di un metro.

Da Roma a Palermo passando per Pescara e Salerno: corsa alla spesa dopo il decreto

Nonostante ciò la disposizione secondo la quale l’Italia diventa ‘zona protetta’ ha mandato nuovamente gli italiani in tilt. Gli assalti al Carrefour, aperti per 24 ore, si sono verificati a Roma, Pescara, Salerno, Pratola Peligna (L’Aquila), Calenzano, Ladispoli, Torino, Benevento, Pomezia, Palermo. Tutti ciò in barba all’invito di restare a casa e di non creare assembramenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *