Pamela Mastropietro, la madre in aula con t-shirt con le foto del corpo fatto a pezzi: scontro con Oseghale
26 Gennaio 2023
C'è posta per te
C’è posta per te, Maria De Filippi sulla ‘sfida’ al Festival di Sanremo: ‘Sarebbe irragionevole e presuntuoso’
26 Gennaio 2023

Terremoto Forlì Cesena 26 gennaio, brusco risveglio: scossa in serie, evacuate le scuole

Risveglio con il terremoto in provincia di Forlì Cesena. Uno sciame sismico sta interessando il territorio dalle prime luci di giovedì 26 gennaio con la scossa di maggiore intensità, di magnitudo 3.5, che è stata registrata alle 7.00 con epicentro localizzato a 3 chilometri da Gambettola ed a 7 km da Cesena ad una profondità di 16 chilometri.

Registrate quattro scosse in un’ora e mezza tra Cesenatico e Gambettola, due nel riminese

Un prima movimento tellurico, magnitudo 3.2, era stato rilevato dagli strumenti dell’Ingv alle 5:44 con epicentro a 5 km da Cesenatico. Nell’arco di un’ora e mezza la terra ha tremato altre due volte con scosse di terremoto di magnitudo 2.1 localizzate tra Gambettola e Cesenatico. Tra le 7:08 e le 7:30 due lievi scosse, 1.6, hanno interessato la provincia di Rimini (Borbona). Per molti, come si evince dalle testimonianze Twitter, la sveglia è stata all’insegna della paura.

“Quarta scossa di terremoto in un’ora e mezza. Direi che la giornata inizia bene” – ha commentato un utente. Al momento non si registrano danni a persone e cose con la situazione che viene costantemente monitorata.

Alle 11:45 boato e sisma di magnitudo 4.1 a Cesenatico, il sindaco: ‘Stiamo già controllando gli edifici’

Aggiornamento: alle 11:45 un boato ha preceduto la scossa di terremoto di magnitudo 4.1 con epicentro localizzato a Cesenatico, ad una profondità di 19 chilometri, dove il Comune ha disposto l’evacuazione delle scuole. “Iniziamo ad essere preoccupati sono giorni che sentiamo scosse. Il sisma si è sentito molto ed arriva da una faglia molto profonda. Stiamo già iniziando a controllare gli edifici” – ha dichiarato il sindaco Matteo Gozzoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *