Zangrillo Berlusconi
Zangrillo: ‘Berlusconi a marzo sarebbe morto’, l’anestesista poi si scontra con Selvaggia Lucarelli su Twitter
11 Settembre 2020
Sara Cunial
Sara Cunial sul tentato bacio al giornalista di Piazzapulita: ‘Continuiamo ad abbracciarci, siamo sani non asintomatici’
11 Settembre 2020

Valentina Nappi fa discutere sull’autoerotismo: ‘Uno che lo fa in treno dovrebbe farti ridere, perché non fanno delle aree… ‘

valentina nappi

Atti di autoerotismo in treno, al terminal del bus (Pescara) e nel corso di una diretta social di una candidata alle elezioni regionali (la giornalista Delia Paciello). Sono solo alcuni degli episodi segnalati negli ultimi giorni di performance pubbliche che hanno creato disagio e indignazione.

Valentina Nappi difende Barbie Xanax e scatena le polemiche su Twitter

Sulla questione si è espressa anche la star dell’hard Valentina Nappi che ha assunto una posizione provocatoria. I suoi tweet sull’argomento hanno inevitabilmente acceso il dibattito sul web con l’hashtag Valentina Nappi che è finito in vetta alla topic trend del social con l’uccellino.

“Uno che si masturba in treno dovrebbe farti ridere. Siete sessuofobe” – la presa di posizione dell’attrice a luci rosse che ha replicato ad un’utente che attaccava Barbie Xanax. In risposta ad un’altra iscritta a Twitter la star del mondo per adulti ha aggiunto che una persona che la sessualità degli altri e certi atti non la fanno sentire una bambola gonfiabile.

L’attrice: ‘Uno che fa certe cose non fa male a nessuno’

Uno che fa autoerotismo non fa male a nessuno. Perché tanto odio”. Frasi che hanno ulteriormente esacerbato gli animi con la salernitana che ha ulteriormente rincarcato la dose. “Ma se due fischi per strada e la visione di un pene vi turbano tanto, come farete a ricoprire alte cariche pubbliche o aziendali?

Ci sono grattacapi ben più grossi nella vita. Forse il problema principale è che non si insegna alle bambine ad essere forti” – ha aggiunto precisando che non vuole assoltamente sminuire stupro, molestie e violenze. “Ma non voglio metterli sullo stesso piano di un ciao bella dove vai rispetto ad una mano sul sedere del boss”.

‘Io non capisco perché ci siano le aree fumatori e non per momenti intimi’

Chiosa finale con una nuova provocazione: “A 12 anni vidi un ragazzo fare autoerotismo in auto in mezzo al traffico. Io ero a piedi e gli passai di fianco. All’epoca avevo appena cominciato a farlo anche io e la cosa mi eccitò. Io non capisco perché ci siano le aree fumatori ma non le aree per fare autoerotismo e sesso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *