Andrea Abeli, la web star rumena ha sbancato Ig: guadagna oltre un milione di euro grazie alle sue foto intriganti
11 Ottobre 2019
Malato terminale diventa un cyborg robot, lo scienziato Scott Morgan: ‘Non sto morendo, mi sto solo trasformando’
12 Ottobre 2019

Ti ritrovi milionario all’improvviso. Una vincita da 35 milioni di euro al Superenalotto ha cambiato la vita di due operai (lavoravano in una tipografia) originari dei Castelli romani. Paolo e Sondes, nomi di fantasia, hanno raccontato la loro storia a ItaliaSì in un’intervista concessa a Marco Liorni. Senza mostrarsi in volto l’italo marocchina ha spiegato che il marito (all’epoca erano fidanzati) si è presentato in spiaggia a Tor Vaianica con tre ore di ritardo rispetto all’orario prefissato. “Ero arrabbiata perché vedevo che non veniva. Poi si è presentato in spiaggia sorridente e mi ha detto faremo un matrimonio da favola e che aveva vinto Superenalotto. In un primo momento sono sbiancata, non mi rendevo conto della cifra. Poi lui mi ha detto di non dire nulla”.

Sondes non lascia subito il suo lavoro ma gli scappa qualcosa. “Tutti hanno iniziato a chiederci soldi ed abbiamo iniziato ad avere dei problemi. Ci siamo resi conto che dovevamo attorniaci di pochissimi amici e che a volte, quando avevamo bisogno, non c’era nessuno. Parenti serpenti non è solo un detto. Il regalo più bello di Paolo? Avermi dato la possibilità di diventare madre a 51 anni“.

La moglie dell’operaio milionario: ‘Il regalo più bello? Diventare madre a 51 anni’

‘Ho aiutato un amico ad estinguere un mutuo, mi chiama tutte le mattine per ringraziarmi’

L’uomo, baciato dalla Dea bendata, ha riferito di aver aiutato gli amici a pagare i debiti. “Uno ha acquistato un tabacchino mentre ho aiutato un altro amico ad estinguere il mutuo. Eravamo a cena e gli ho lasciato l’assegno sotto il piatto, se ne è reso conto solo alla fine. Ci chiama tutte le mattine per ringraziarci”. Paolo ha continuato a lavorare per tre settimane. “Poi ho preso i miei cinque mesi di ferie che mi spettavano e mi sono dimesso”. Non sono mancati gli errori. “Tutto quello che ho provato a fare con amici e parenti è andato male.

‘Volevo acquistare la Lazio. La follia? Un posacenere da 500 euro’

Alla fine ti trovi solo gente che vuole mangiare. Gli amici veri sono quelli che non mi hanno chiesto soldi. Dopo 12 anni c’è ancora gente che mi chiama che vuole soldi, tanti soldi e io continuo a dire che non ce l’ho. A chi vince grosse cifre dico di non fidarsi di nessuno ma soltanto della famiglia intesa come moglie e figli”. Paolo ha raccontato di aver tentato di scalare la Lazio. “Ero seriamente intenzionato ad acquistarla per coprire il debito ma poi qualcuno mi ha preceduto”.

‘Sono andato in Olanda per acquistare un diamante per mia moglie’

Tra le spese folli delle giacche di valore a Miami ed un posacenere di 500 euro oltre che una serie di orologi da collezione. “Io e mia madre siamo convinti che mio fratello, scomparso nel 2000, ci abbia aiutato a vincere questa fortuna”. La gioia più bella la nascita del figlio con Paolo che ha voluto fare un regalo speciale a Sondes per il lieto evento. “Gli ho regalato un diamante acquistato in Olanda perché mi ha dato la gioia più grande della mia vita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *