Cdm approva il Decreto Scuola, Fioramonti: “Combattiamo il precariato”
11 Ottobre 2019
Andrea Abeli, la web star rumena ha sbancato Ig: guadagna oltre un milione di euro grazie alle sue foto intriganti
11 Ottobre 2019

Tardelli replica alla Balivo a Vieni da me e ricorda il flirt con Moana Pozzi: ‘Ero biricchino’ (VIDEO)

Marco Tardelli è stato ospite questo pomeriggio del programma televisivo Vieni da Me condotto da Caterina Balivo. Nel corso della puntata non sono mancate punzecchiature con il campione del mondo di Spagna 82 che ha benevolmente ripreso la conduttrice in alcune occasioni. Al termine della puntata l’ex centrocampista ha regalato un aneddoto in salsa piccante su Moana Pozzi. Tutto è iniziato quando l’ex allenatore della Nazionale under 21 ha raccontato un aneddoto legato ai suoi primi passi da calciatore. “I miei genitori non volevano che giocassi al calcio e mi hanno spinto soprattutto i miei fratelli. Al Pisa sono entrato al terzo provino…

Caterina Balivo: ‘Eri scarso, ti pagavano poco’, Tardelli: ‘Non offendere’

Dicevano che ero scarso ma il mio allenatore, che credeva molto in me, disse se prendete gli altri due dovete prendere anche lui ed allora mi pagarono 70mila lire di cartellino”. A questo punto la Balivo ha puntualizzato: “Eri scarso, ti pagavano poco”… E Tardelli ha subito replicato: “Adesso non offendere, all’inizio ero magrolino e per questo non mi volevano”. Il discorso è scivolato sul trasferimento dal Como alla Juventus. “L’Inter non mi volle perché il Como chiedeva 120 milioni. A chi andavano i soldi? Di quei soldi a noi non andava a nulla, percepivamo quello che era stato stabilito nel contratto”.

L’eroe di Spagna 82 e l’otto di Moana: ‘Era bella e intelligente’

All’ennesimo quesito poco tecnico della Balivo l’eroe del mundial spagnolo. “Avresti dovuto studiare di più”. Immediata la controreplica della conduttrice: “Sei troppo pignolo”. Finale di intervista in sala rosa, anzi piccanti con la conduttrice che ha stuzzicato Tardelli sul flirt con Moana Pozzi che gli diede un ‘8’. “Era bella e intelligente. Per anni si è detto di noi ma in realtà la cosa è durata due giorni. Ci incontrammo in ristorante, amo mangiare. Ero molto birichino“. L’opinionista televisivo ha chiuso con un personale ricordo di Gaetano Scirea dopo aver rivisto il doloroso momento dell’annuncio della morte dato da Sandro Ciotti con Tardelli in lacrime negli studi de La Domenica Sportiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *