gonzalo higuain
Serie A, Milan-Juventus 0-2: bianconeri da record, Higuain perde la testa
12 Novembre 2018
matteo salvini
Matteo Salvini canta Albachiara al Maurizio Costanzo Show (VIDEO)
14 Novembre 2018

Dalla Russia alla Finlandia: bambole del piacere ad ‘effetto realistico’

bambole

Unique Dolls, una compagnia con sede in Russia, ha inaugurato una casa di appuntamenti per bambole del piacere  a Helsinki, capitale della Finlandia, con prezzi a partire da 100 euro. Posizionato lontano da occhi indiscreti, l’attività vanta quattro diverse bambole da assumere per i clienti. Le bambole sono chiamate Jennifer, Sweet, Crystal e Nicky, con il valore più costoso del valore di € 4.500.  Nel corso delle sessioni ai clienti vengono forniti anche asciugamani da cucina, lubrificanti e preservativi (obbligatorio l’utilizzo). Dopo ogni sessione i dipendenti della casa di appuntamenti puliscono accuratamente la bambola e disinfettano completamente la stanza, un procedimento meticoloso che richiede  circa un’ora.

Per mantenere bassi i livelli di rumore la società ha spiegato che non sarà consentito l’ingresso di più di quattro clienti nell’edificio.

Bambole del piacere: cento euro per un incontro ‘bollente’

Il proprietario dell’attività, posizionata dietro un centro commerciale, sostengono che la carne di silicone delle bambole è particolarmente realistica. I media finlandesi hanno intervistato il proprietario della casa di appuntamenti che ha affermato che l’attività non ha solo scopro di lucro. “Per noi è un vero e proprio servizio di assistenza”. L’attività apre questa settimana con la promessa”di offrire agli individui la possibilità di realizzare fantasie sessuali che non hanno la possibilità di realizzare nel mondo reale”. Le bambole del piacere sono diventate sempre più popolari in tutto il mondo, ma sono spesso controversi. Lo scorso febbraio il Daily Star Online ha riferito che  la prima casa di appuntamenti della Gran Bretagna è stata costretto a chiudere a Gateshead con l’azienda che è stata costretta a regalare le proprie bambole gratuitamente.

Nel 2017 la prima attività del genere in Europa è  stata chiuso meno di un mese dopo l’apertura a Barcellona a seguito di un raid della polizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *