poggiomarino
A Poggiomarino la notte diventa caliente in pista: Adrenalina al massimo per le coppie
16 Maggio 2019
foggia
Palermo, ricorso rigettato, il dispositivo: ‘Decisione della Lega legittima, play out non necessari’
16 Maggio 2019

Rocco Siffredi, l’imbarazzante domanda di Aida Nizar e le dichiarazioni choc di Flavia Vento (VIDEO)

aida e rocco

Le scuse a Cicciolina, i doppi sensi di Aida Nizar, gli approfondimenti bollenti di Meluzzi e le citazioni mistiche di Flavia Vento. Rocco Siffredi ha accesso il finale di puntata di Live non è la D’Urso con un esilarante confronto con le ‘cinque sfere’ del programma condotto da Barbara D’Urso. In particolare Alessandro Meluzzi ha rivelato di essersi documentato sulle performance dell’attore prima di entrare in studio. Dall’altra parte la vulcanica spagnola Nizar ha espresso, in maniera colorita, le sue perplessità sulle performance di chi gira film osé: “E’ impossibile venti volte, ma tu ce l’hai sempre d…”. Barbara D’Urso ha faticato a frenare Aida che, rivolgendosi alla conduttric,e le ha chiesto: “Hai visto quante volte… “.

Rocco: ‘Cicciolina è rimasta agli anni ’80’,  Meluzzi: ‘Mi sono documentato su Siffredi’, Vento: ‘Piacere diabolico’

Imbarazzata dalle affermazioni dell’ex gieffina la conduttrice ha spiegato che non conoscendo bene l’italiano non si era espressa bene. Di tutt’altro tenore l’intervento di Flavia Vento che ha definito il “sesso un piacere diabolico” ed ha aggiunto che “è Satana“. Parole che hanno spiazzato anche la Nizar: “Io sono religiosa ma non arrivo a tanto”. Nel corso del faccia a faccia Eva Henger ha chiarito di non aver nessun problema con Siffredi e di aver grande rispetto per la moglie, l’attrice ungherese Rózsa Tassi, con la quale aveva un grande rapporto di amicizia. Infine Siffredi si è scusato con Cicciolina per alcune espressioni usate nei suoi confronti ma ha anche sottolineato che lei critica alcune star del settore (Valentina Nappi) senza tenere presente l’evoluzione che c’è stata nel corso degli anni. “Lei è rimasta agli anni ’80”.

;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *