stefano belen
Belen lancia un messaggio a Stefano De Martino: ‘L’amore che tu hai dato ritornerà in altre forme’
22 Giugno 2020
Fede arrestato
Emilio Fede arrestato a Napoli mentre festeggiava il compleanno con la moglie
23 Giugno 2020

Salernitana, addio a Prati: Pierino la peste firmò la B nel 1965/66, idolo della generazione Vestuti

salernitana prati

La Salernitana piange Pierino Prati. Prima di conquistare l’Italia interna a suon di gol e trascinare il Milan alla vittoria della Coppa dei Campioni l’attaccante di Cinisello Balsamo ha firmato il ritorno in serie B del club granata nel 1965/66.

Pierino Prati al Vestuti

Pierino Prati, Salernitana trampolino di lancio

Era la squadra di Tom Rosati, una squadra indimenticabile che ha segnato una generazione anche perché dopo quella magnifica cavalcata i tifosi della bersagliera hanno dovuto attendere 24 anni prima di ritrovare la cadetteria. Diciannove partite e dieci gol Pierino la peste nella stagione 1965/66. Il Milan l’aveva mandato a farsi le ossa a Salerno ma ben presto si capì che quel ragazzo classe ’46 ne avrebbe fatta di strada.

Pierino Prati, al centro, con Adriano Galliani

L’infortunio di Torre Annunziata, l’apoteso a L’Aquila: 10 gol in granata

L’infortunio di tibia e perone a Torre Annunziata non gli impedirono di essere protagonista e trascinatore di quel magnifico gruppo con l’apoteosi a L’Aquila con la promozione in B. A fine stagione Michele Gagliardi non riuscì ad ottenere il rinnovo del prestito e Prati passò al Savona con tanti rimpianti. Tre anni dopo Pierino la peste arrivò ad un passo dall’eguagliare il record di reti di Puskas in una finale di Coppa dei Campioni.

Pierino Prati con Gianni Rivera

La consacrazione al Milan, la tripletta all’Ajax nella finalle di Coppa Campioni

Con la sua tripletta trascinò il Milan di Rocco e di Rivera alla vittoria contro l’Ajax (4 a 1). Prati ha giocato 14 partite in maglia azzurra ed ha realizzato 7 gol. Fu campione d’Europa nel 1968 e fece parte della spedizione messicana vice campione del mondo nel 1970.

Subito dopo la notizia della morte – si è spento a Catania a 73 anni dopo una lunga malattia – la pagina Facebook di Prati è stata inondata di messaggi di affetto e di cordoglio da parte dei tifosi di Salernitana, Roma e Milan.

I rossoneri gli hanno dedicato la vittoria di Lecce maturata al Via del Mare proprio nel momento in cui Pierino la peste intraprendeva riabbracciava Mariolino Corso, altro grande del calcio italiano scomparso pochi giorni fa, e leale avversario di tanti derby.

Pierino Prati e Mariolino Corso, due fuoriclasse del calcio italiano scomparsi a distanza di pochi giorni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *