massello terremoto torino
Terremoto di magnitudo 3.1 in provincia di Torino con epicentro Massello, paura tra i residenti
5 Giugno 2019
taylor mega camilla lucchi
Taylor Mega perde le staffe a Pomeriggio 5 e svela quanto guadagna per un post su Instagram (VIDEO)
6 Giugno 2019

Salernitana-Venezia 2-1, pagelle e highlights: Di Tacchio giganteggia, bene Lopez

salernitana-venezia 2-1

La Salernitana supera di misura il Venezia e si presenta al Penzo con il tesoretto di un gol da difendere a denti stretti per blindare la serie B. I gol di Djuric e Jallow avevano illuso i tifosi che erano convinto ormai di lasciare l’Arechi con mezza salvezza in tasca. La rete di Zigoni rivitalizza i lagunari e rimette tutto in discussione. Alla squadra di Cosmi serviranno due gol per ribaltare il risultato mentre la vittoria col minimo scarto porterebbe la partita ai supplementari. Con un pari la festa sarebbe granata così come, ovviamente, con una vittoria. Un primo tempo al limite della perfezione per i granata con un Lopez finalmente efficace sia in fase difensiva che offensiva e la sorpresa Orlando che, soprattutto nei primi venticinque minuti, ha creato non pochi fastidi ai lagunari.

Salernitana-Venezia 2-1: Djuric e Jallow fanno sognare i tifosi granata, Zigoni riapre il discorso salvezza

Nel finale un leggero e comprensibile calo con la squadra di Cosmi che si affacciata pericolosamente verso la porta di un rivedibile Micai. Vibranti le proteste di Pinato e compagni per un mani di Mantovani con Di Paolo che, dopo essersi consultato con il Var, ha deciso di non concedere il penalty. Nella ripresa la Salernitana ha lasciato troppo campo al Venezia, rinunciando quasi a giocare. Dai e dai il Venezia, dopo aver sprecato con Pinato e Modolo ad un passo dal gol, ha trovato il pari con Zigoni ed ha rischiato di pareggiare con Rossi. Domenica 9 giugno il match di ritorno al Penzo con calcio d’inizio fissato alle 18 (diretta Dazn).

Salernitana-Venezia 2-1, Micai incerto, D. Anderson controfigura di Mark Caltagirone

Micai 5,5: particolarmente atteso dopo le tensioni dei giorni scorsi con alcuni tifosi. Sbaglia un rilancia con i piedi rischiando di innescare un pericoloso contropiede. Para con un goffo bagher su Lombardi e per poco non si complica la vita. Giornata difficile ma i sostenitori granata lo incoraggiano. Salva nel finale su Alessandro Rossi.

Pucino 5,5: in ritardo sul gol che ha rianimato il Venezia nel finale di partita.

Migliorini 6: quasi insuperabile nel primo tempo. Nella ripresa si infortuna, stringe i denti e non viene cambiato da Menichini. Si fa sorprendere in occasione del gol del Venezia.

Mantovani 6: rischia qualcosa nel primo tempo allargando in maniera scomposta il braccio con l’arbitro che non giudica da rigore il fallo di mano. Puntuale nelle chiusura, spazza quando necessario.

Lopez 6,5: gran primo tempo per l’ex ternana che risponde con una prestazione di qualità alle critiche della vigilia. Mette lo zampino su entrambi i gol della Salernitana. Cala nella ripresa ed è meno efficace anche in fase difensiva.

Minala 5,5: partita di sostanza senza grossi acuti come del resto tutta la parte di stagione in cui ha vestito il granata.  (dal 39′ st Akpa Akpro sv: l’avevamo lasciato spento, gioca pochi istanti e il Venezia trova il gol. Un periodo tutt’altro che fortunato per il centrocampista).

Di Tacchio 7: è il faro della manovra granata. Detta i tempi alla squadra, ringhia e richiama i compagni quando è necessario. Perde le staffe in occasione del gol di Zigoni.

Odjer 6: Menichini gli dà fiducia e lui è protagonista di una prova generosa. Nel finale rimedia un cartellino giallo.

Orlando 6,5: mezzo voto in più perché non giocava da una vita una partita dal primo minuto e per aver sopportato in silenzio mesi di panchina e tribuna senza che davanti avesse fenomeni. Gioca venticinque minuti di qualità, poi paga la lunga inattività ed esce fuori dal gioco. Bravo e coraggioso a riscoprirlo.   (dal 20′ st D. Anderson 4,5: forse Menichini non ha avuto il tempo di rivedere al video tape il percorso dei granata. Si candida al ruolo di controfigura di Mark Caltagirone, peccato che Live non è la D’Urso andava in onda in contemporanea con la partita)

Djuric 6,5: irrompe sul cross di Walter Lopez e firma il suo settimo gol stagionale. Rincorre gli avversari fino alla propria area di rigore. Esce dal campo stremato. (dal 35′ Calaiò sv: un paio di giocate illuminanti ma anche qualche pallone perso di troppo nel momento migliore del Venezia)

Jallow 6,5: il gambiano firma un gran gol con una girata da attaccante di razza. Discontinuo, spreca tanto nella ripresa ma anche lui dà una mano in fase difensiva.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *