angela nasti
Uomini e Donne, la scelta a sorpresa di Angela Nasti tra lacrime e discussioni (VIDEO)
29 Maggio 2019
lotito consiglio di stato
Il Palermo viene penalizzato di 20 punti e resta in B, Salernitana-Venezia ai play out
29 Maggio 2019

Si abbassa i pantaloncini davanti all’arbitro donna: ecco il provvedimento nei confronti del 14enne del Treporti

abbassa pantaloncini arbitro donna

E’ arrivo il verdetto del giudice sportivo del Comitato Regionale Veneto della Figc in merito agli atti osceni perpetrati nei confronti di un arbitro donna nel corso della partita Miranese – Treporti  valida per il trofeo Sottana, riservato alla categoria Giovanissimi, e disputata il 22 maggio. Nella circostanza un quattordicenne, a partita in corso, si è abbassato i pantaloncini davanti all’arbitro Giulia Nicastro ed ha fatto riferimento a pratiche intime dopo aver pronunciato frase sessiste.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

REFEREE⚽️💗pensa,credi,sogna e osa #figc #aiavenezia #referee #today #matchday #ilovemywork #believe #callitmagic #photooftheday #me #robadaarbitri

Un post condiviso da Giulia Aurora Nicastro 🌸 (@nicastro.giulia) in data:

Affermazioni irriguardose che sono state rivolte nei confronti dell’arbitro donna anche da alcune persone presenti sugli spalti. Il club, di concerto con i genitori del ragazzo, ha già deciso di punirlo obbligandolo a pulire spogliatoi, tagliare erba, disporre e raccogliere coni sul rettangolo di gioco ed a svolgere qualsiasi attività extra calcistica per tutto il periodo della squalifica. Stesso discorso vale per quei genitori che hanno espresso frasi irripetibili al ventiduenne arbitro. Inoltre il quattordicenne ed i suoi compagni di squadra saranno seguiti da Alessandro Tettamanzi, psicologo regionale della Federazione Calcio.

La punizione del Treporti: ‘Dovrà pulire spogliatoi e tagliare erba per la durata della squalifica’

Nella giornata di oggi è arrivato anche il verdetto del giudice sportivo. Di seguito il dispositivo che sancisce la squalifica del giovane calciatore del Treporti fino al 29 novembre a condizione che si sottoponga ad un percorso rieducativo presso l’Assessorato Pari Opportunità del  Comune di Cavallini-Treporti. Inoltre il comunicato fa riferimento anche al pubblico presente sugli spalti. Di seguito il comunicato completo:

“Riferisce l’arbitro nel referto che il giocatore, al 34° del II° tempo, mentre gli altri partecipanti alla competizione si accingevano a battere un calcio d’angolo, ha iniziato a spogliarsi, pronunciando ingiurie volgari a contenuto sessista. Il giudice sportivo del torneo ha comminato la sospensione cautelare del giocatore, mandando a questo ufficio per i provvedimenti disciplinari conseguenti. Va premesso, riferisce ancora l’A., che fin dal primo minuto una ventina di sostenitori del Treporti le rivolgevano insulti innominabili di contenuto palesemente sessista. Di tal che è dubitabile che il comportamento del giocatore , quattordicenne, sia stato influenzato dal comportamento dei tifosi. Pur tuttavia l’età non lo esime dall’assumere le proprie responsabilità, dovendo possedere, sia per la pratica sportiva che per l’età, un’adeguata capacità di discernimento”.

‘Giocatore influenzato dagli insulti sessisti dei sostenitori del Treporti’

“La sanzione della squalifica è determinata come da dispositivo. Proprio in considerazione dell’età del giovane calciatore, si ritiene di dover fare applicazione dell’art. 16.4 CGS, che prevede la facoltà del GS di assumere provvedimenti finalizzati “ad affermare il rispetto dei valori sportivi, a favorire processi rieducativi e di reinserimento nell’ordinamento sportivo”. PQM, visti gli artt. 11.2, 19.1 lett. g) e 16.4 CGS il GS delibera di: -applicare al giocatore D. A. S. (pubblichiamo solo le iniziali essendo minorenne)

la sanzione della squalifica a tutto il 29 maggio 2020; -prevedere la riduzione della squalifica a sei mesi, quindi fino al 29 novembre 2019 a condizione che lo stesso si sottoponga volontariamente , col consenso dei genitori, a seguire un percorso rieducativo nell’arco del periodo decorrente dalla data di comunicazione di questo comunicato presso l’Assessorato Pari Opportunità del Comune di Cavallino-Treporti, con l’ausilio della Commissione Pari Opportunità secondo le indicazioni dagli stessi elaborate; -chiede all’Assessorato e/o alla Commissione di dare informazione a questo Ufficio, entro il 31 ottobre 2019 dell’effettivo rispetto della prescrizione e del profitto conseguito, così da poter tempestivamente disporre la riduzione della sanzione.

Stop fino al 29 novembre e percorso rieducativo per il giovane calciatore del Treporti

La sanzione accessoria del divieto di accedere agli impianti sportivi in cui si svolgono manifestazioni o gare calcistiche, anche amichevoli, nell’ambito della FIGC avrà la medesima durata della squalifica, integrale o ridotta all’esito del percorso rieducativo. -la sanzione della squalifica dovrà essere scontata iniziando dalla pubblicazione del presente comunicato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *