Uomini e Donne, Tina Cipollari a Ida Platano: ‘Ti piace ancora Riccardo’, la reazione della dama (VIDEO)
20 Aprile 2022
Ashley Harkleroad, la svolta audace dell’ex tennista: da 39 del mondo a OnlyFans
20 Aprile 2022

All’ultimo respiro la Salernitana torna a sognare la salvezza con un guizzo di Verdi. I granata hanno ancora una partita da recuperare (con il Venezia) con il Cagliari a meno 6 ed la Samp, in caduta libera, a -9. Nicola senza Djuric e Mazzocchi nel recupero del Dacia Arena contro l’Udinese. Il tecnico rilancia Zortea e si affida all’esperienza di Ribery, preferito a Mikael, che va ad affiancare in attacco Bonazzoli. I granata sembrano partire arrembanti ma dopo dieci minuti di discreta pressione allentano la presa e rischiano di capitolare su un’accelerazione di Deulofeu che prova la conclusione a giro e per poco non inquadra la porta.

Sepe salva, Gyomber sfiora il gol nel primo tempo

Tra il 25′ e il 27 Sepe deve intervenire due volte: prima salva su Pussetto, frenato da Radovanovic, e poi si fa trovare pronto sulla conclusione di Samardzic. I granata si vedono nel finale con inserimento di Zortea, che sbaglia lo stop al momento del dunque, una conclusione di Bonazzoli dal limite e, soprattutto, il colpo di testa in pieno recupero di Gyomber che da ottima posizione non è riuscito a gonfiare la rete.

Nella ripresa le emozioni si contano con il contagocce. I granata provano a chiudere gli spazi e ripartire ma commettono diversi errori in fase di rifinitura con Bonazzoli che gioca troppo lontano dalla porta. I bianconeri hanno una buona chance con Soppy che non sfrutta un clamoroso errore di Sepe in uscita, salva Zortea. Entra in campo Mikael per uno sfinito Ribery ed il brasiliano va ad un passo dal gol con la sua conclusione, con leggera deviazione, che si stampa sul palo.

Palo di Mikael e guizzo vincente di Verdi all’ultimo respiro

Al’ 40′ Deulofeu prova a sorprendere il portiere granata su punizione ma l’estremo campano è reattivo ed alza in angol. La Salernitana trova la vittoria all’ultimo guizzo con Kastanos che strappa il pallone ad un calciatore friulano e cede palla a Ederson che cavalca verso la porta di Silvestri e serve con i tempi giusti la palla a Verdi che infila nel sacco. Ora i granata giocheranno ad ora di pranzo con la Fiorentina domenica 24 aprile con calcio d’inizio alle ore 12:30. Ora c’è il tabù Arechi da sfatare.

Udinese-Salernitana 0-1, gli highlights

Gli highlights completi di Udinese-Salernitana e delle altre partite della serie A saranno pubblicati sul sito di Dazn (riservato agli abbonati), su  https://www.raisport.rai.it alla sezione 90 Minuto e sono on line sul sito della Lega di serie A al link https://www.legaseriea.it/it e sul sito della Salernitana all’indirizzo https://www.ussalernitana1919.it/media/ oltre che su https://www.sportmediaset.mediaset.it/video/calcio/ e https://video.sky.it/sport/calcio/highlights-serie-a.

Le pagelle: brividi Sepe, Radovanovic ok, Bonazzoli gioca troppo lontano dalla porta

Sepe 6: salva su Deulofeu ma rischia di combinare una frittata su un tiro cross di Pussetto.

Gyomber 7,5: pulito, preciso, gioca d’anticipo e non sbaglia un colpo. Un finale di stagione super.

Radovanovic 7: da quando gioca come centrale la difesa soffre di meno e porta a casa un clean sheet come non accadeva dall’unica vittoria casalinga con il Genoa.

Fazio 7: è rinato dopo le polemiche post Torino.

Zortea 6,5: croce e delizia, fondamentali le sue diagonali in chiusura ma in fase offensiva sbaglia tanto.

Bohinen 6,5: nel primo tempo sbaglia tanto, si riscatta nella ripresa con una prestazione di quantità e qualità. Incassa il solito giallo.

Ederson 7: meno brillante rispetto al match di Genova ma è lucido e preciso nel dare la palla del match a Verdi

L. Coulibaly 6,5: recupera sempre una quantità enorme di palloni ma non sempre li gestisce bene. Nicola lo vorrebbe più nel vivo della manovra e lo cambia per cercare più qualità in fase di rifinitura. (21′ Kastanos 6,5: sradica il pallone dai piedi all’avversario nell’occasione del gol partita di Verdi).

Ranieri 7: chiude e galoppa sulla fascia cercando anche la via della rete.

Bonazzoli 5,5: prova un paio di cambi gioco ma si trova sempre lontano dalla porta avversaria. Una sola conclusione in 90′ minuti, non è un bel momento per il talentuoso centravanti. (42′ st Verdi 8: Nicola gli concede una manciata di minuti e lui li sfrutta a dovere con un gol che può far svoltare la stagione della Salernitana).

Ribery 6,5: esce con un delizioso colpo di tacco dalla morsa di tre avversari e propizia l’unico pericolo granata nel primo tempo. Esce stremato. (21′ st Mikael 6,5: entra acceso e per poco non trova il gol, il palo gli strozza l’urlo in gola).

Deulofeu
Conclusione di Deulofeu di poco a lato
L’occassione Pussetto da terra, para Sepe
Sepe respinge il tiro di Samardzic
Gyomber non inquadra la porta da buona posizione su punizione di Ribery
Inzaghi in tribuna al Dacia Arena
La conclusione di Mikael…
… che centra il palo
Sepe salva su Deulofeu
Verdi si invola verso Silvestri dopo l’assist di Ederson
… e supera il portiere dell’Udinese
per il gol partita dei granata
Il gol di Verdi da altra angolazione
La gioia di Verdi
La gioia incontenibile di Radovanovic
I tifosi della Salernitana alla Dacia Arena
Rampulla abbraccia Verdi
Lacrime per l’impresa della Salernitana alla Dacia Arena
Simone Barone abbraccia Fazio e Nicola
Nicola abbraccia Pestrin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.