Chi è Cristiano Di Luzio, il 31enne con Rita Rusic a Pechino Express da… Fidanzatini: ‘Senza di lui non avrei partecipato’
10 Marzo 2022
Guerra Russia-Ucraina e fughe radioattive: la situazione di Chernobyl rimasta senza corrente
11 Marzo 2022

Si festeggia oggi, 11 marzo, San Costantino re e martire che si convertì al cristianesimo e sancì la libertà di culto con al promulgazione dell’editto di Milano. Una svolta rivoluzionaria dopo anni di persecuzioni e massacri. Per molti è il 13° apostolo con la chiesa greca che, a differenza di quella latina, riserva un ruolo di primissimo piano a Costantino il grande.

La libertà di culto con l’editto di Milano di Costantino il grande

Viene venerato come un santo pur non essendo presente nel Martirologio romano, il catalogo ufficiale dei Santi riconosciuti dalla chiesa cattolica. Il suo culto è invece riconosciuto dalla chiesa ortodossa e dalle chiese orientali. Costantino è una delle figure più importanti dell’Impero romano. La sua conversione al cristianesimo segnò un significativo punto di svolta che raggiunse il suo apice con il riconoscimento della libertà religiosa. Fu battezzato in punto di morte a Nicomedia dal vescovo Eusebio.

Costantino, nonostante avesse iniziato a costruire un grandioso mausoleo di famiglia a Roma, lo lasciò a sua madre (Mausoleo di Elena) e volle essere sepolto a Costantinopoli, nella Chiesa dei Santi Apostoli, divenendo così il primo imperatore a essere sepolto in una chiesa cristiana. La Santità non è riconosciuta dalla chiesa cattolica che, invece, celebra la madre. All’imperatore Costantino si deve la riorganizzazione dell’amministrazione e dell’esercito e la creazione di una nuova capitale a oriente, Costantinopoli.

La chiesa cattolica riconosce Costantino di Dumnonia, evangelizzatore della Scozia

A differenza dell’Imperatore romano viene riconosciuto il culto, con ricorrenza fissata all’11 marzo, di Costantino, re di Dumnonia, e poi evangelizzatore della Scozia. Insieme a Santa Colomba riuscì a svolgere una significativa opera di conversione nella terra dei feroci Pitti. Dopo aver creato chiese e monasteri il re restò vittima della ferocia dei barbari che lo uccisero nel 598. Il suo culto è riconosciuto dal Martirologio romano.

Significato del nome. Deriva dal latino costàntem e significa ‘appartenente a Costante ‘. Questo nome fu portato nell’antichità da due imperatori d’Oriente e da uno romano. 

Buon onomastico Costantino 11 marzo: immagini da inoltrare su WhatsApp

Oggi, 11 marzo, in occasione della ricorrenza di San Costantino tanti cercheranno di sorprendere i propri cari, gli amici e i colleghi di lavoro con messaggi originali, significativi o divertenti per augurare buon onomastico CostantinoDi seguito alcuni immagini, video e gif da inoltrare oggi, 11 marzo, per gli auguri di buon onomastico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.