Ronaldo
Dove vedere Portogallo-Turchia
22 Marzo 2022
Uccisa Maria Begona a Cologno, la lite col figlio 28enne e la testimonianza a Pomeriggio 5: ‘Mani sporche di sangue’
22 Marzo 2022

Texas Hold’em Poker è il protagonista nei film di James Bond

Il mondo del casinò ha sempre avuto un legame molto forte con quello del cinema; infatti, sono tanti i film basati su storie che ruotano attorno ai giochi dei casinò, dalle roulette alle slot machine fino ad arrivare al poker con le sue varianti. Ed è proprio quest’ultimo a primeggiare tra le pellicole cinematografiche, il poker, tant’è che la variante Texas Hold’em Poker si è aggiudicata il ruolo da protagonista in una delle saghe più pop e conosciute di sempre, ovvero i film di James Bond, “007”.

Nel primo, “Casinò Royale”, il texas hold’em non è il soggetto principale ma irrimediabilmente lo diventa, perché ogni scena chiave della narrazione avviene proprio durante il gioco, e dato che si sta parlando di 007 sono sequenze intense e spettacolari con una posta in palio che non è solo economica e che rende ogni mano di texas hold’em possibilmente decisiva con risvolti nella storia.

Casinò Royale nel segno del Texas Hold’em

C’è da dire che nel panorama cinematografico è difficile portare avanti con competenza quello che concerne le regole del Poker, soprattutto per quanto riguarda uscita delle carte e mani di gioco. In “Casinò Royale” sono più d’una le scene pokeristiche ed è uno di quei film che tratta il gioco con serietà e non solo come un mezzo per la trama. Nella pellicola la prima scena che vede il Texas Hold’em centro della storia avviene in uno yacht tra un banchiere di terroristi e un suo ospite; durante il gioco il banchiere dopo aver effettuato la puntata afferma “io ho doppia coppia e tu hai il 17,4% di chiudere la tua scala” e ovviamente lo fa per mettere in agitazione l’avversario e fare pressione affinché scelga il fold, cioè rinunciare alla mano che si sta giocando. E così avviene, proprio perché il calcolo di probabilità enunciato è giusto.

Questa correttezza la rivediamo tutto sommato anche nel resto del film; infatti, non ci sono uscite improbabili di carte ma solo puntate esorbitanti e modi di gioco esasperati che possono far sembrare il gioco irreale. Da questo primo film di James Bond fino all’ultimo sono tante le volte in cui l’agente segreto di trova alle prese con il mondo del poker, così da farlo diventare il secondo protagonista essenziale al racconto; quindi, non ci resta che aspettare di vedere il prossimo 007 che mano di poker giocherà. Una cosa di cui si parla poco ma che va sottolineata è che tutti i film della saga di 007 hanno un corrispondente omonimo nella saga letteraria di Ian Fleming.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.