famiglia morta Covid
Muoiono di Covid 19 dopo 59 anni di matrimonio per un taglio di capelli a Chicago, il figlio: ‘Non mi do pace’
31 Dicembre 2020
discorso presidente
Discorso fine anno Mattarella: ‘Vaccinarsi è un atto di responsabilità’, no al mandato bis? (VIDEO)
31 Dicembre 2020

Cenone di Capodanno 2021, tre piatti veloci e gustosi da servire a tavola: le ricette

cenone capodanno

Per un cenone di Capodanno nel segno del buon gusto non è necessario compiere salti mortali o fare follie. Si possono stupire parenti e amici a tavola con tre piatti da far venire l’acquolina in bocca e da preparare in breve tempo. Di seguito tre ricette campane per servire a tavola un delizioso cenone di Capodanno 2021.

Insalata di rinforzo

L’insalata di rinforzo si prepara con il cavolfiore lessato, olive verdi, cetriolini e cipolline, peperoni dolci o piccanti, mais e acciughe sotto sale. Bisogna condire tutto con olio e aceto. Per preparare l’insalata di rinforzo iniziate prendendo le olive una ad una, eliminate i semini e tenete le olive da parte. Poi prendete i cetriolini e tagliateli a listarelle sottili che terrete da parte. Procedete con la pulizia del cavolfiore. Prendete il cavolfiore, sfogliatelo ed eliminate le parti finali più dure.

Ottenete le cimette che sbollirete in abbondante acqua salata. Quando saranno cotte ma ancora croccanti scolatele in una ciotola. Lasciate così per alcuni minuti fino a che non saranno tiepide a cui aggiungerete l’olio, le cipolline, il mais e le olive verdi. Unite  i peperoni sotto aceto sciacquati brevemente sotto acqua corrente e già tagliati a striscioline sottili. Infine aggiungete le acciughe, versate i cetriolini e cospargete con aceto. Mescolate bene gli ingredienti e servite la vostra insalata di rinforzo.

Spaghetti ai frutti di mare

Ingredienti per quattro persone: pasta 400 grammi, Cozze 200 grammi, Vongole 200 grammi, Gamberi 200 grammi, Aglio 2 spicchi, Pomodori 2, Prezzemolo 1 mazzetto, Olio extravergine d’oliva 2 cucchiai, Peperoncini quanto basta, Sale q.b., Pepe q.b., Vino bianco 3 cucchiai

Gli spaghetti ai frutti di mare si preparano scottando i gamberi e quindi scaldando i frutti di mare in un tegame privo di acqua, fateli aprire e poi togliete i molluschi dai gusci. Filtrate il liquido rimasto e tenetelo da parte. Mettete in una teglia l’olio con un trito di aglio molti fine, fate scaldare e poi unite i frutti di mare.

Mescolate, abbassate la fiamma e unite i gamberi, il pomodoro tagliato a piccoli pezzi, il liquido filtrato dei molluschi, un trito di prezzemolo, il vino bianco, un pizzico di peperoncino, sale e pepe a piacere. Cuocete a fuoco basso per circa 10 minuti. Lessate gli spaghetti al dente, scolateli e metteteli nella teglia con i frutti di mare, fate saltare un minuto per ben amalgamare e servite su un piatto da portata.

Spaghetti ai frutti di mare

Zampone con lenticchie

Ricetta per quattro persone: 1 zampone da 1 kg, 250 g di lenticchie, 500 g di polpa di pomodoro, 30 g di pancetta, 1 cipolla, 1 costa di sedano, 1 carota, 1 foglia di salvia, olio, burro, sale, pepe.

Preparazione: Lasciate le lenticchie in ammollo per 3 ore. Eliminate quelle venute a galla, sgocciolate le restanti lenticchie e lessatele per 1 ora e 30 minuti circa in acqua pochissimo salata.

Con un grosso ago praticate sulla cotenna dello zampone numerosi fori. Avvolgetelo in una garza o nella carta d’alluminio, immergetelo in una pentola d’acqua fredda, ponete sul fuoco, portate a bollore, poi lasciate sobbollire piano e a recipiente coperto per 3 ore abbondanti. In un tegame scaldate due cucchiai d’olio e una noce di burro, insaporitevi la foglia di salvia spezzettata, pancetta, carota, sedano e cipolla tutti ben tritati, mescolate. Dopo 10 minuti aggiungete pomodoro, sale e pepe e cuocete per almeno 15 minuti. Sgocciolate le lenticchie e aggiungetele nel tegame della salsa, mescolate, fate insaporire per 10 minuti.

Ritirate lo zampone, lasciatelo riposare 10 minuti nella sua acqua, sgocciolatelo e tagliatelo a fettine, disponetele sul piatto da portata e intorno distribuite le lenticchie in umido. Servite ben caldo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *