Barilli
Stefano Barilli, aperto fascicolo per istigazione al suicidio: le rivelazioni di un investigatore
22 Aprile 2021
Anastasia aggressione kiev
Aggredita e abusata sul treno davanti al figlio: ‘Ho vissuto mesi da incubo’, Anastasia racconta il suo dramma
22 Aprile 2021

Andrea Romano si sfoga su Twitter: ‘Da due mesi non riesco a seppellire mio figlio’, l’Ama: ‘Seguite disposizioni Covid, tumulazioni a maggio’

Andrea Romano

L’Ama risponde allo sfogo di Andrea Romano, deputato del Pd, che via Twitter ha manifestato il dolore e la rabbia per non riuscire a dare una degna sepoltura al figlio, scomparso due mesi fa a 24 anni. Dario è deceduto lo scorso febbraio, era affetto da una grave malattia fin dall’infanzia.

Andrea Romano non riesce a seppellire il figlio scomparso a 24 anni due mesi fa

Romano aveva mantenuto il più stretto riserbo sulla vicenda ma questa mattina, 22 aprile, è esploso ed ha puntato l’indice contro Virginia Raggi per i lunghi tempi di sepoltura. “Sindaca, la tua vergogna non sarà mai abbastanza grande”. Il feretro del giovane prematuramente scomparso è arrivato il 23 febbraio al cimitero di Prima Porta con l’agenzia funebre incarica delle esequie che aveva ottemperato alle richieste per la tumulazione nei tempi previsti.

Il deputato Pd si scaglia contro Virginia Raggi: ‘La tua vergogna non sarà mai abbastanza grande’

La famiglia Romano, inoltre, possiede già una tomba per dare una degna sepoltura a Dario ma l’Ama continua a rinviare la tumulazione per problematiche legate all’emergenza Covid. La denuncia del deputato Pd ha inevitabilmente provocato un vespaio di polemiche con l’esponente politico che ha incassato la solidarietà da numerosi colleghi. L’Ama è intervenuta sulla questione richiamando la circolare dell’11 gennaio 2021.

“La circolare dell’11 gennaio 2021 del Ministero della Salute l’Ama- relativa alla situazione connessa all’epidemia da Covid-19 e riguardante il settore funebre-cimiteriale, dispone che in questa fase emergenziale venga data la priorità alle prime sepolture rinviando operazioni cimiteriali non urgenti.

L’Ama richiama la circolare dell’11 gennaio sulle operazioni cimiteriali non urgenti

É quanto anche Ama Cimiteri Capitolini in questa fase straordinaria sta facendo. Nel caso specifico, l’operazione primaria di cremazione è stata effettuata nei tempi previsti da contratto di servizio, come la gran parte” – ha spiegato l’Ama all’Ansa puntualizzando che conta di riprendere le operazioni cimiteriali non urgenti a maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *