Di Benedetto
Paola Di Benedetto e Federico Rossi annunciano la fine della love story, il cantante fa una promessa all’ex gieffina (FOTO)
10 Giugno 2021
Camilla Canepa
Genova, Camilla non ce l’ha fatta: la 18enne si era vaccinata con AstraZeneca all’open day
10 Giugno 2021

AstraZeneca, Bassetti a La Vita in diretta: ‘Reputazione del vaccino compromessa per colpa dell’Aifa e del CTS, va eliminato’

Matteo Bassetti Domenica In

AstraZeneca e Johnson & Johnson verso lo stop per i giovani dopo le polemiche legate al ricovero in terapia intensiva di una ragazza di 18 anni all’ospedale San Martino di Genova che aveva ricevuto la dose in occasione di un Open Day. Nelle prossime ore il CTS (Comitato tecnico scientifico) si esprimerà sui nuovi limiti di età per i due vaccini a vettore virale.

Matteo Bassetti: ‘Inglesi vaccinati con AstraZeneca da 16 a 80 anni con ottimi risultati’

Sulla questione si è espresso l’infettivologo Matteo Bassetti nel corso della puntata del 10 giugno La Vita in diretta. Il direttore dell’ospedale San Martino, pur ribadendo l’assoluta efficacia del vaccino AstraZeneca, ha spiegato che va assunta una decisione politica. “Se vogliamo seguire la scienza, e quindi l’Ema, dovremmo fare come gli inglesi che hanno utilizzato questo vaccino dai 16 anni agli 80 anni ed hanno ottenuto ottimi risultati. Se poi vogliamo andare dietro la pancia della gente dobbiamo fare altre valutazioni.

‘In Italia non siamo stati in grado di posizionare questo vaccino’

A questo balletto non ci possiamo più stare perché la reputazione del vaccino AstraZeneca è definitivamente compromessa per colpa dell’Aifa e del CTS. La posizione andava presa chiara e netta dal principio, la gente ora è inferocita verso questo vaccino e non si può lasciare il cerino in mano a medici a Regioni. In Italia non siamo stati capaci di posizionare adeguatamente questo vaccino che va eliminato e quindi si continua esclusivamente con i sieri a  mRNA”.

Sospeso il lotto di vaccino inoculato a 34enne di Savona nell’hub di Alassio

Nel frattempo è stato sospeso il lotto di AstraZeneca, oggetto ora di valutazioni scientifiche, che era stato inoculato il 27 maggio scorso nell’hub di «Alassio Salute» a una donna di 34 anni di Savona ora ricoverata in terapia intensiva al San Martino dopo essersi sentita male al lavoro. Dai primi esami effettuati in pronto soccorso è emerso un livello basso di piastrine nel sangue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *