Vincenzo De Luca
De Luca: ‘Riprendere la movida? Ma sei scemo’, novità orari cibo d’asporto (VIDEO)
24 Aprile 2020
Kim Jong-Un
Kim Jong Un si sarebbe trasferito in segreto a Wonsan
24 Aprile 2020

Domani 25 aprile 2020 si celebra la Festa della Liberazione e nei giorni scorsi si sono moltiplicati gli appelli agli italiani, non solo da parte di esponenti politici di sinistra, per un flash mob sulle notte di Bella ciao. Il brano è diventato l’inno alla Resistenza e della lotta partigiana durante la II Guerra Mondiale. Il canto popolare italiano è famoso anche all’estero ed è stata interpretata da diversi artisti di fama mondiale. La canzone è tra le ‘colonne sonore’ della serie di successo La Casa di carta, in onda su Netflix.

Bella ciao, testo e significato della canzone dei partigiani

Questa mattina mi son svegliato
oh bella ciao, bella ciao, bella ciao, ciao, ciao,
questa mattina mi son svegliato
e ho trovato l’invasor.

Oh partigiano, portami via
oh bella ciao, bella ciao, bella ciao, ciao, ciao,
oh partigiano, portami via,
che mi sento di morir.

E se io muoio lassù in montagna
oh bella ciao, bella ciao, bella ciao, ciao, ciao,
e se io muoio lassù in montagna
tu mi devi seppellir.

Seppellire sulla montagna,
oh bella ciao, bella ciao, bella ciao, ciao, ciao,
seppellire sulla montagna
sotto l’ombra di un bel fior.

E le genti che passeranno,
oh bella ciao, bella ciao, bella ciao, ciao, ciao,
e le genti che passeranno
mi diranno: ” Che bel fior “.

È questo il fiore del partigiano,
oh bella ciao, bella ciao, bella ciao, ciao, ciao,
è questo il fiore del partigiano
morto per la libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *