coronavirus
Coronavirus, studio Usa su Science: ‘Distanziamento ad intermittenza fino al 2022’
14 Aprile 2020
terremoto alta irpinia
Terremoto Irpinia, la terra torna a tremare nei luoghi del dramma dell’80: scossa di magnitudo 3.3
15 Aprile 2020

“Orrenda, schifosa, cessa”. Una serie di insulti gratuiti rivolti a Benedetta Rossi, food blogger seguitissima sui canali social, oltre 6 milioni di follower, e su Dplay con Fatto in casa per voi. Un utente, Luka, ha iniziato a prendere di mira la marchigiana su Twitter con una serie di insulti. A sorpresa Benedetta Rossi ha risposto piccata all’haters.

Il marito di Benedetta Rossi: ‘Ho risposto io su Twitter’

Un cinguettio che ha trovato l’approvazione dei tanti fan della food blogger ma anche qualche critica. Sulla questione è intervenuto Marco, il marito che su Stories ha spiegato di aver scritto il tweet per difendere la consorte. “Dobbiamo spiegarvi la dinamica di quello che è accaduto su Twitter.

Insulti a Benedetta Rossi su Twitter: ‘Si era creato una sorta di branco’

Noi lo usiamo pochissimo, meno di niente solo che mi davano segnalazioni di un tipo, come possiamo definirlo? Un bullo. Che faceva offese terribili: “cessa”, “orrenda” e quant’altro. Non erano gli insulti il problema, ma il fatto che si era creato una sorta di branco, più di novanta like e tantissimi commenti.

L’avrei ignorato ma quell’effetto con gente che si fomentava tra loro, continuando a insultare, mi ha fatto incazzare. Io mi sono immedesimato in lei, ho pensato a quel branco di persone adulte che insultavano in maniera così pesante e cattiva una donna”.

Benedetta Rossi accetta le scuse di Luka dopo le offese su Twitter: ‘Ora lasciatelo in pace’

In seguito Benedetta Rossi ha pubblicato sul profilo Twitter la mail di scuse di Luka: “Mi ha chiesto scusa privatamente, io ho accettato le sue scuse e l’ho ringraziato. Per me questa storia si chiude qui. Ora vorrei che Luka venga lasciato in pace: ci vuole molto più coraggio a scusarsi che ad insultare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *