Mario Turrisi
Messina, avvocato 46enne in rianimazione: aveva ricevuto dose AstraZeneca, possibile nuovo aggiornamento dall’Ema
6 Aprile 2021
Augusta Turiaco
‘AstraZeneca va sospeso, Augusta non aveva patologie preesistenti’, esposto in Procura
6 Aprile 2021

Bitcoin ed Ethereum, investire oggi in criptovalute

criptovaluta

Le criptovalute continuano a far registrare un notevole interesse tra utenti di ogni latitudine e tipologia: non si tratta più soltanto di investitori professionisti che vorrebbero sfruttarne le potenzialità per una pura speculazione sui mercati, ma anche delle aziende che hanno individuato proprio nel denaro digitale una possibile alternativa alle valute fiat.
Tutto questo va ad incastonarsi in una cornice storica nella quale l’inflazione torna a farsi viva per tante ragioni. Ecco allora che le criptovalute riescono a mettere al riparo da questo rischio. quali sono le criptovalute di cui si parla maggiormente negli ultimi tempi

Il Bitcoin è sempre più gettonato da aziende e banche

Naturalmente il Bitcoin non può mancare in una rassegna di questo genere. La creazione di Satoshi Nakamoto si trova intorno ai 60mila dollari, ma la sua corsa potrebbe riprendere impetuosamente da un momento all’altro. Facendo leva sul crescente interesse degli investitori istituzionali, delle banche e delle aziende. A partire da Tesla, che ha deciso di cambiare un miliardo e mezzo di dollari in BTC all’inizio dell’anno. Un investimento che ha già fruttato copiosamente, se si pensa che ai prezzi attuali i token acquistati varrebbero già più di due miliardi e mezzo di dollari.

Ethereum è sotto attacco

Meno bene sta invece andando a Ethereum, dopo una rapida ascesa (per approfondimenti, vedi che cos’è Ethereum e come funziona). Ora sta scontando i ritardi dell’adozione del meccanismo di consenso Proof-of-Stake (PoS), ovvero quello che permetterebbe non solo di assicurare transazioni più convenienti, ma anche più rapide ed ecosostenibili.
Ritardi di cui stanno approfittando le dirette concorrenti, a partire da Cardano, non a caso definito Ethereum Killer per eccellenza. Il progetto di Charles Hoskinson ha fatto registrare un clamoroso +3632% nel corso dell’ultimo anno.

Dogecoin continua a crescere

Altro progetto che si trova in un momento di grande spolvero è Dogecoin. Il meme coin nato alla stregua di uno sberleffo, ha dato vita ad una clamorosa crescita resa possibile dai continui tweet di sostegno di Elon Musk. Il fondatore e CEO di Tesla è un sostenitore di DOGE sin dagli inizi e i suoi messaggi sono ormai considerati come pump and dump per Dogecoin. Che da parte sua è cresciuto del 2780% in dodici mesi, salendo sempre di più nella classifica di CoinMarketCap relativa alla capitalizzazione di mercato.

I nuovi progetti da tenere d’occhio

Oltre ai token più famosi, ce ne sono però molti altri che si stanno facendo notare. A partire da Holo e Enjin Coin, criptovalute sinora quasi sconosciute, ma destinate a diventare famose in breve.
Il primo si fonda sull’idea di sostituire i server centralizzati con la potenza di calcolo messa a disposizione dagli utenti della rete, i quali vengono ricompensati per lo spazio messo a disposizione.
Enjin Coin è invece una criptovaluta che mira a fungere da base per la compravendita di beni virtuali nell’ambito del gaming la cui fama è cresciuta a partire dall’8 marzo, giorno in cui si è diffusa la notizia relativa all’inclusione del suo wallet all’interno del Samsung Galaxy S10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *