Mister Prima Free, sabato 9 aprile incorona il suo adone per festeggiare i 10 anni dell’emittente
7 Aprile 2022
Buona Domenica delle Palme
Buona Domenica delle Palme, immagini di auguri da condividere
8 Aprile 2022

Cadavere ritrovato nel Po, la maglia viola e l’atroce ipotesi: potrebbe essere Andreea Rabciuc

“Ha partecipato ad una festa che si è tenuta in un casolare nelle campagne della Vallesina e non è più tornata a casa” – aveva riferito a Chi l’ha visto la mamma di Andreea Alice Rabciuc, residente a Jesi e scomparsa il 12 marzo da Maiolati Spontini, in provincia di Ancona. Per la 27enne campionessa di tiro a segno si teme un terribile epilogo.

Il cadavere senza testa rinvenuto a Occhiobello: il tentativo di rendere irriconoscibili i tatuaggi

Gli inquirenti non hanno escluso che il cadavere, mutilato e senza testa, rinvenuto nel Po ad Occhiobello lunedì 4 aprile possa essere quello della giovane. Alcuni particolari hanno indirizzato gli inquirenti verso questa agghiacciante ipotesi. Nella borsa rinvenuta vicino al cadavere c’era una maglia viola e soprattutto si sta focalizzando l’attenzione sui vistosi tatuaggi alle mani, che l’assassino ha tentato di rendere irriconoscibili, e sui capelli blu.

I primi esami medico legali hanno confermato che il corpo è quello di una donna giovane, forse neppure trentenne, con pelle di carnagione chiara. L’omicidio sarebbe avvenuto in un intervallo che va da una a tre settimane.

Andreea Alice Rabciuc

Andreea Alice Rabciuc era scomparsa dopo aver litigato con il fidanzato

Una coppia di amici ha raccontato che Andreea Alice Rabciuc si era allontanata a piedi dal casolare intorno alle 7 del mattino dopo aver passato la serata a litigare con il fidanzato. Come evidenziato anche nel corso della trasmissione Chi l’ha visto il partner aveva pubblicato il 4 marzo su Facebook un post con la foto di un water scrivendo “questo è il trono adatto a te”.

Subito aveva chiarito che non c’entrava nulla con la scomparsa della 27enne. Al momento della scomparsa Andreea Alice Rabciuc indossava un giubbotto bianco, una felpa grigia con la stampa di Tom&Jerry sul davanti e la stessa stampa anche sui jeans. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.