Pierpaolo Pretelli Giulia Salemi
GF Vip, Pierpaolo Pretelli punzecchia Elisabetta Gregoraci sui like ai ‘gregorelli’ e parla del rapporto tra Giulia e la famiglia
28 Marzo 2021
Terremoto Salerno
Terremoto Salerno oggi 28 marzo, scossa di magnitudo 3.2 con epicentro San Gregorio Magno
28 Marzo 2021

Palermo, insegnante muore a 46 anni per una trombosi una settimana dopo il vaccino AstraZeneca: caso segnalato all’Aifa

Cinzia Pennino

Non ce l’ha fatta Cinzia Pennino, l’insegnante di Palermo ricoverata dal 24 marzo al Policlinico Paolo Giaccone per una trombosi. La quarantaseienne era giunta in condizioni molto critiche in ospedale come riferito dai sanitari. Una settimana prima alla docente era stata somministrata la prima dose del vaccino AstraZeneca e dopo pochi giorni ha iniziato a sentirsi male.

Cinzia Pennino è stata ricoverato al Policlinico Giaccone per una trombosi profonda

Al momento i medici non parlano di correlazione tra il siero e il decesso ma il Policlinico di Palermo ha comunque segnalato il caso all’AIFA per approfondimenti. “La paziente è giunta al Policlinico il 24 marzo in condizioni molto critiche con trombosi profonda estesa e una storia anamnestica nella quale è presente anche una somministrazione vaccinale” – è stato precisato in una nota del Policlinico Paolo Giaccone.

“Trasferita presso la terapia intensiva in disfunzione multiorgano nonostante i trattamenti avanzati e le cure prestate dai sanitari è deceduta questa mattina. Come previsto in tale circostanza – conclude – il caso è stato segnalato all’AIFA e alla autorità giudiziaria”.

La 46enne insegnava al Don Bosco di Palermo, era stata volontaria nei vilaggi poveri del Senegal

Increduli colleghi e studenti che in queste ore hanno dedicato diversi post sui social a Cinzia Pennino. Insegnante all’istituto Don Bosco di Palermo, negli ultimi anni si era dedicata al volontariato soprattutto nel centro salesiano Santa Chiara dell’Albergheria e nel Vis con cui ha preso parte a diversi viaggi nei villaggi poveri del Senegal.  

“Fin quando si fa statistica va bene ma quando la statistica diventa la tua amica le cose cambiano! Mi dispiace…”  – ha scritto un’amica sui social. “Non è concepibile che un vaccino debba essere sperimentato su di noi” – ha riferito un altro conoscente dell’insegnante palermitana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *