Gemma Galgani festeggia il compleanno e fa il pieno di auguri, la dedica di Ida Platano: festa a U&D?
19 Gennaio 2021
Busso
Famiglia distrutta dal Covid 19 nel veneziano, dopo il 42enne Ivan Busso muoiono madre e padre
19 Gennaio 2021

Scomparsa coniugi Bolzano, indagato il figlio e sequestrato l’appartamento di famiglia

ritrovata Laura Perselli

Svolta nell’inchiesta sul decesso sulla scomparsa di Peter Neumair e Laura Perselli, i due insegnanti originari di Bolzano in pensione. La coppia, 63 e 68 anni, non dà tracce dal 4 gennaio 2021.

Il 30enne istruttore Benno indagato per omicidio volontario e occultamento di cadavere

Come riferito dal Corriere dell’Alto Adige la Procura di Bolzano ha aperto un fascicolo per omicidio volontario e occultamento di cadavere nei confronti del figlio. Al momento per Benno, 30 anni, non sono state disposte misure cautelari come precisato dall’Agenzia Ansa. Inoltre i pm titolari dell’inchiesta, Igor Secco e Federica Iovene, hanno disposto il sequestro dell’appartamento in via Castel Roncolo dove i due coniugi vivevano con il figlio. Da rilevare che negli ultimi giorni sono stati ritrovati numerosi indumenti, scarpe, borse, un cappuccio senza giacca e un guanto che sono stati mostrati ai familiari.

Ritrovati numerosi indumenti, esplorato l’Adige

Nel frattempo i Vigili del fuoco hanno proseguito le ricerche lungo la riva del fiume Adige ed esplorando le acque con decine di gommoni dei reparti specializzati. Alle ricerche hanno partecipato anche i cani della Guardia di Finanza di Bolzano e l’elicottero del 3° Nucleo Carabinieri.

In precedenza Vigili del fuoco e Soccorso Alpino avevano setacciato la zona di Soprabolzano, Maria Assunta, il lago artificiale e Castel Wanga fino al sentiero dei castagni a Signato. Nel perlustrare la zona sono stati utilizzati anche quattro droni ma senza che si trovassero tracce dei due coniugi che non sono rientrati più a casa dopo essere usciti per fare una passeggiata.

Peter Neumair e Laura Perselli scomparsi: l’allarme lanciato dalla figlia

Il figlio Benno Neumair, istruttore di fitness, aveva fatto scattare l’allarme una ventina di ore dopo essere stato contattato dalla sorella Madè, 26 anni, preoccupata perché non riceveva da ore notizie dei genitori. Il giovane stava percorrendo l’altipiano del Renon con il cane mentre l’auto di Peter Neumair era parcheggiata vicino casa e non mancava alcun oggetto che facesse pensare ad un allontanamento volontario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *