Stefano Tacconi
Tacconi, compleanno e polemiche: ‘Il coronavirus? Un’influenza’
13 Maggio 2020
Silvia Romano
Giuseppe Conte replica al leghista Pagano su Silvia Romano: ‘Non si può speculare se… ‘
13 Maggio 2020

Con il decreto Rilancio è stato istituito il Rem, reddito di emergenza, per tutelare le famiglie in difficoltà per via della crisi sviluppatasi in seguito all’emergenza coronavirus.

Chi può beneficiare del Rem

La residenza in Italia è requisito indispensabile per poter accedere al Rem. Saranno ammessi al reddito d’emergenza chi ha un reddito familare inferiore al Rem spettante, ha un patrimonio mobiliare familiare 2019 inferiore a 10 mila euro, accresciuto di cinquemila euro per ogni componente successivo al primo fino ad un massimo di 20mila euro con Isee inferiore a 15mila euro.

La quota spettante

La quota del Rem è determinata in un ammontare pari a 400 euro, moltiplicati per il corrispondente parametro della scala di equivalenza fino ad un massimo di 2, corrispondente a 800 euro, ovvero fino ad un massimo di 2,1 nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti componenti in condizioni di disabilità grave o non autosufficienza come definite ai fini Isee.

Domanda Reddito di emergenza

La domanda per beneficiare del Reddito di emergenza potrà essere presentata entro il 30 giugno. I modelli per la richiesta saranno predisposti dall’Inps ed i moduli dovrebbero essere disponibili a breve sul sito ufficiale nelle prossime ore.

Inoltre le richieste di Rem possono essere presentate presso i centri di assistenza fiscale, previa stipula di una convenzione con Inps. Le richieste del Rem possono essere presentate anche presso gli istituti di patronato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.