Le comunicano via mail l’esito negativo dell’esame universitario: 21enne gallese si suicida per un terribile disguido
29 Ottobre 2021
GF Vip, lo sfogo di Sophie Codegoni: ‘Con Gianmaria non c’è dialogo’
29 Ottobre 2021

Esplosione palazzina Pinerolo: morta 84enne, grave il marito, evacuate 25 persone: ‘Sembrava un terremoto’

“Pensavo si trattasse di un terremoto” – ha spiegato a Mattino 5 un residente che vive in un’abitazione adiacente alla palazzina esplosa a Pinerolo, in provincia di Torino poco prima delle 8 di venerdì 29 ottobre in piazza Sabin 6. “La botta sembrava più simile ad una bomba, ho abbassato la tapparella ed ho visto l’ultimo piano del palazzo in fiamme”. Il boato si è sentito a chilometri di distanza.

Il boato prima dell’esplosione in piazza Sabin è stato sentito a chilometri di distanza

Nello scoppio è morta un’anziana di 84 anni, Maria Rosaria Fiore, che abitava al primo piano mentre il marito della donna è stato trasportato in gravissime condizioni in eliambulanza al CTO di Torino con ustioni di 1° e 2° grado presenti nel 70% del corpo. L’uomo aveva festeggiato il giorno prima il compleanno. Nella deflagrazione sono rimaste ferite altre due persone che non sarebbero in pericolo di vita. Non ci sono dispersi e i vigili del fuoco hanno provveduto ad evacuare una ventina persona. I detriti sono balzati per diversi metri con il rischio che colpissero anche i passanti. L’ipotesi più accreditata è quella di una fuga di gas. Una vicina ha riferito di aver visto una persona avvolta dalle fiamme.

La palazzina in fiamme

Anziano trasportato in elisoccorso con ustioni sul 70% del corpo, il sindaco Salvai: ‘L’ipotesi più probabile è una fuga di gas’

Il sindaco di Pinerolo, Salvai, si è recato immediatamente sul posto della tragica esplosione. “Le notizie certe è che abbiamo un morto, quattro feriti, 25 evacuati che saranno collocati presso struttura alberghiere o parrocchiali qualora non abbiano parenti o non trovino sistemazione. Nella palazzina abitavano 12 nuclei familiari per un totale di 25 persone. L’ipotesi più probabile è la fuga di gas”.

I vigili del fuoco hanno autorizzato un singolo componente di ogni nucleo familiare a rientrare nell’appartamento della palazzina sventrata per recuperare alcuni effetti personali. Nel giro di poco tempo è stato montato un gazebo dei vigili del fuoco per organizzare i soccorsi. Secondo i primi accertamenti sembra che in una delle abitazioni si stessero effettuando dei lavori di ristrutturazione in una cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *