Nozze tragiche a Teggiano: il padre della sposa muore durante il ballo con la figlia
12 Settembre 2021
Guendalina Tavassi
Guendalina Tavassi, il mistero della foto con l’occhio tumefatto: ‘A ridurre mia madre così, che schifo’
13 Settembre 2021

Agnosine, non accetta la separazione ed uccide la moglie 46enne sulle scale di casa

Un uomo che non accetta la fine di una relazione e che pone fine alla vita della donna che sostiene di amare. Storie di donne uccise dal proprio uomo che si intrecciano drammaticamente e che ormai quotidianamente occupano le cronache di giornali on line e siti web. L’ultimo tragico episodio si è verificato ad Agnosine, in Valsabbia.

Giuseppina Di Luca è stata raggiunta e accoltellata da Paolo Vecchia nel comune nel bresciano dove si era trasferita

Giuseppina Di Luca, 46 anni e madre di due figli di 21 e 24 anni, si era separata dal marito e si era trasferita da un mese nel comune del bresciano dove l’ha raggiunta nella mattina di lunedì 13 settembre l’ex marito. Paolo Vecchia l’ha attesa davanti al portone dell’appartamento, al terzo piano della palazzina ubicata poco distante dal palazzo del Comune di Agnosine, e si è avventato su di lei sulle scale. Il cinquantaduenne ha sferrato una serie di fendenti contro la donna fino ad ucciderla.

La vittima era madre di due figli, il 52enne si è costituito

Almeno dieci le coltellate inferte alla vittima. Vecchia si è poi recato alla caserma dei carabinieri per costituirsi. Quasi incredulo il sindaco di Agnosine: “Si tratta di una famiglia normale, due grandi lavoratori. Non si capisce cosa sia scattato nella mente dell’uomo” – ha dichiarato Giorgio Bontempi nel commentare il femminicidio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *