Elisabetta Canalis show anche sul ring di kickboxing: vittoria all’esordio a 43 anni
19 Giugno 2022
Elettra Lamborghini
Elettra Lamborghini insultata al concerto per una challenge Tik Tok, il video della reazione: ‘Sfigati’
19 Giugno 2022

Novoli, accoltella a morte la moglie dopo la serata alla festa: ‘Mamma vado ad uccidermi’

Una coppia apparentemente felice e che era appena rientrata nell’abitazione al civico 7 di via Veglie di Novoli, in provincia di Lecce, dopo aver trascorso il sabato sera fuori con i due figli. Intorno alle 2 del mattino di domenica 19 giugno è scoppiata la lite al culmine della quale Matteo Verdesca, 38enne originario di Veglie, ha accoltellato e ucciso la moglie, la coetanea Donatella Miccoli.

Matteo Verdesca ha accoltellato a morte la 38enne Donatella Miccoli nell’abitazione di Novoli

L’uomo si è poi recato dalla madre a Veglie, che ha allertato le forze dell’ordine, per dire di aver “combinato un casino” prima di iniziare a vagare con la Twingo della moglie. “Vai a prendere i bambini che io mi uccido” – avrebbe detto nel consegnare alla congiunta le chiavi della sua auto. Ricercato per tutta la notte, l’assassino è stato trovato carbonizzato nelle campagne tra Novoli e Carmiano.

Un femminicidio che si è consumato tra le mura domestiche con i figli, una bambina di 7 anni ed un bimbo di due anni, sono rimasti orfani di entrambi i genitori. Donatela Miccoli è stata ritrovata priva di vita nel letto di casa. Un omicidio suicidio con tanti punti interrogativi visto che i conoscenti parlano di una coppia felice e che anche nella serata di sabato 18 giugno erano stati visti complici e sereni con i ragazzini ad una festa.

Donatella Miccoli

La serata alla festa con i figli, la Stories della vittima e il suicidio dopo essere andato dalla madre a Veglie

Inoltre la vittima intorno alle 20 aveva pubblicato una Stories con un brano all’insegna dell’amore del rapper Anto Paga, dedicato al marito. Poche ore dopo si è consumato il dramma. Matteo Verdesca era originario di Veglie e lavorava come corriere espresso.

Donatella Miccoli era nata a Mesagne ed era impiegata come commessa presso uno dei negozi del centro commerciale “Mongolfiera” di Surbo, avrebbe compiuto 39 anni a settembre. Matteo e Donatella si conoscevano fin da ragazzini. In uno degli ultimi post sul suo profilo social, in cui compare l’intera famiglia, il 38enne ha scritto “vi amo”. “Anche noi”, la risposta della moglie.

Sulla vicenda indagano i carabinieri del Nucleo investigativo, della compagnia di Campi Salentina e della stazione di Novoli. La gelosia dell’uomo tra i possibili moventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.