Coppia monossido bellunese
Uccisi dal monossido di carbonio nel bellunese: Adriano e Sabrina muoiono nel sonno
14 Dicembre 2020
Google
Quali sono state le parole più ricercate su Google nel 2020?
14 Dicembre 2020

Non è l’Arena, la modella Giulia Napolitano: ‘Mi hanno offerto 15mila euro per il mio lato b’

Giulia Napolitano instagram

La ventunenne modella siciliana Giulia Napolitano, oltre 80mila follower su Instagram, ha raccontato a Non è l’Arena di aver partecipato ad un’ottantina di feste trasgressive da quando si è trasferita a Roma.

La ventunenne ha raccontato di aver partecipato ad un’ottantina di feste: ‘Ho visto due preti con tre ragazze’

“Per fare il mio lavoro da fotomodella ho lasciato Caltagirone per trasferirmi nella capitale a 18 anni e la mia coinquilina, che lavorava come escort, mi ha invitato a frequentare queste feste come ragazza immagine. Io non ho mai avuto rapporti, ma ho trovato tanta gente che voleva fare sesso e consumare droga. La maggior parte delle ragazze che frequentano questi eventi sono escort”.

Durante l’intervista non sono mancate dichiarazioni choc. “Ho fatto anche una festa in un hotel a Roma dove tra gli invitati c’erano due preti che avevano messo tre ragazze stese sul letto che avevano la cocaina sul pube”.

Giulia Napolitano: ‘Ho ricevuto diverse offerte particolari ma ho sempre rifiutato’

Giulia Napolitano ha raccontato di aver ricevuto offerte particolari ma di non aver mai consumato rapporti intimi. “Chiedevano sempre di appartarsi con me ma non ho mai accettato. La richiesta più elevata è stata 15mila euro per il mio lato B. Un’altra volta mi hanno chiesto di andare a letto con un’altra ragazza ma di dormire si parla un’ora il resto è sesso” – ha aggiunto la modella.

‘Preferisco mangiare pane e cipolla che essere pagata per andare a letto con un uomo’

“Mi fa schifo, io non posso andare a letto con un uomo ed essere pagata. La mia dignità non ha prezzo, preferisco mangiare pane e cipolla che aprire le gambe per avere la borsa firmata. Il rischio forse l’ho corso anche io partecipando ad un’ottantina di feste ma per fortuna non ho fatto uso di sostanze”, La ventenne ha spiegato di aver partecipato anche ad una festa organizzata da Alberto Genovese a Milano. “Ho visto dei piatti con la droga”.

2 Comments

  1. Noah ha detto:

    Che dire? Siamo veramente alla confusione totale. Non voglio essere bacchettone anche perché non potrei mai sperare di esserlo, ma parlare del nulla, pane e cipolle, dignità brave ragazze….devo dire che la foto scattata nella pubblica via con cui è stata presentata, ovviamente per farsi pubblicità, non è certo per chi vivrebbe di pane e cipolla.
    Apparte ciò devo dire che il caso Genovese, sicuramente drammatico, ha portato questa trasmissione ad un livello talmente disperato da smettere di guardarla.
    Piccola nota:..
    Strano che nessuno abbia voluto approfondire sull’abbandono, da parte dei legali alla difesa della vittima di violenza da parte di Genovese.
    Peccato perché la prima parte è interessante.
    Mi stupisco della Signora DeGirolamo che in qualità di ex Avvocato, politico e quant’altro sia così “esterefatta” ma senza ancora una vera e propria condanna, forcaiola.
    Telese???… Anticristo del giornalismo, la classica dimostrazione della raccomandazione impersonificata ma che nonostante tutto sostituisce “la magistratura in televisione” .
    Caro Giletti se invita opinionisti faccia in modo che questi le opinioni le abbiano perché a me sembra che i suddetti, Corona, le brave ragazze non ne abbiano espresse molte!
    Nota di merito per la Dottoressa Andreoli che oltre ad essere molto costruttiva ed avere sane opinioni, mi da l’idea di brava ragazza, oltre che grande professionista.

  2. John ha detto:

    La fantasia non ha limiti di chi scrive, e di chi parla in tv . Se usaste la fantasia vostra per abbellire il mondo anzichè imbruttirlo con ste cazzate fareste meglio , molto meglio. La tv oggi è fatto dal 90% pubblicità e dal 10% spazzatura . Patetici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *