Italia
Chiellini ha vinto il braccio di ferro con Speranza per il pullman allo scoperto: delirio a Roma per gli azzurri, salta il distanziamento (VIDEO)
13 Luglio 2021
Rashford
Marcus Rashford, murales vandalizzato: gli sportivi inglesi si ribellano, la lettera di un tifoso di 9 anni fa commuovere una giornalista in diretta (VIDEO)
13 Luglio 2021

Italiano ucciso in Messico: il 42enne Michele Colosio era impegnato nel sociale, caccia al killer

Michele Colosio

Il 42enne bresciano Michele Colosio è stato ucciso in Messico domenica 11 luglio in un agguato avvenuto vicino alla sua abitazione, in via San Agustín nel quartiere El Relicario, a San Cristóbal de Las Casas. Originario di Borgosatollo, l’italiano si era trasferito oltreoceano dieci anni fa dopo aver studiato e lavorato come radiologo in ospedale. Aveva svolto molteplici lavoro, dal pastore al meccanico, ed in Messico si era fatto apprezzare per il suo altruismo. Partecipava attivamente a numerosi progetti sociali e si era avvicinato alla Casa della salute comunitaria “Raiz del Viento”. Gli amici lo chiamavano Miguel.

Michele Colosio aveva origini bresciane e si era trasferito da 10 anni a San Cristobal de Las Casas

L’allarme è stato lanciato dai vicini di Michele Colosio intorno alle 21:30 di domenica 11 luglio quando i vicini di casa hanno chiesto aiuto ai servizi di emergenza segnalando che un uomo è stato ferito da un’arma da fuoco. Sul posto gli uomini della Polizia e della Protezione Civile che hanno immediatamente soccorso il 42enne che è stato trasferito all’Hospital de la Culturas. Pochi istanti dopo essere giunto al locale nosocomio l’italiano è andato in arresto cardiorespiratorio a causa delle ferite da arma da fuoco. Per il bresciano non c’è stato nulla da fare.

Il 42enne ucciso a pochi passi da casa: il killer ha esploso i colpi da una motocicletta

Sul luogo dei fatti, gli agenti di polizia hanno rinvenuto diversi bossoli dei proiettili che sono stati messi a disposizione del Pubblico Ministero della Procura Distrettuale di Altos affinché potesse svolgere le indagini e determinare le cause di tale omicidio. Il magistrato inquirente ha successivamente disposto un’autopsia. Da una prima ricostruzione sembra che la persona che ha esploso i colpi d’arma da fuoco fosse in sella a una motocicletta. L’italiano era appena rientrato da una festa per la vittoria degli azzurri a Euro 2020. In memoria di Michele Colosio è stata organizzata una fiaccolata per ricordarlo. Il 42enne amava spostarsi in bicicletta e con la sua solarità aveva conquistato tutti. Ora gli inquirenti sono al lavoro per individuare colpevole e movente di un delitto che ha lasciato senza fiato i residenti del quartiere El Relicario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *