Fabio
Buon onomastico Fabio oggi 11 maggio: immagini di auguri da condividere sui social
11 Maggio 2022
Incidente A4 Milano – Torino, scontro auto – operai: morti 4 operai
11 Maggio 2022

Maria Alyokhina delle Pussy Riot è fuggita dalla Russia con uno stratagemma

Maria Alyokhina, del gruppo punk rock Pussy Riot, è fuggita dalla Russia dopo che la decisione delle autorità russe di trasferirla in una colonia penale. La band politicamente impegnata e femminista, che si esibisce in forma anonima, ha è finita nel mirino dei vertici del Cremlino in occasione di un evento di protesta contro il presidente Vladimir V. Putin nella cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca.

Le autorità russe avevano deciso di trasferirla in una colonia penale

Per quell’atto di ribellione nel 2012 Maria Alyokhina fu condannata a due anni di carcere per “teppismo”. Non ha mai smesso di combattere il sistema di repressione di Putin anche dopo essere stata incarcerata altre sei volte dalla scorsa estate, per periodo di 15 giorni, sempre con accuse inventate volte a soffocare il suo attivismo politico. Ad aprile, durante l’invasione russa in Ucraina, le autorità hanno annunciato che i suoi arresti domiciliari effettivi sarebbero stati convertiti in 21 giorni in una colonia penale

L’attivista del gruppo punk Pussy Riot è fuggita in Lituania travestita da rider

A questo punto l’artista delle Pussy Riot ha deciso di lasciare la Russia, almeno temporaneamente, e si travestì da rider per sfuggire alla polizia di Mosca che aveva sorvegliato l’appartamento dell’amica dove alloggiava. Ha lasciato il cellulare come esca e per evitare di essere rintracciata.

Un amico l’ha accompagnata al confine con la Bielorussia dopo una settimana per entrare in Lituania per stabilirsi in un monolocale a Vilnius: “Sono felice di averlo fatto” – ha riferito ad un reporter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.