croccantini cani
Croccantini per cani di taglia piccola: come sceglierli
16 Giugno 2020
Scarcella
Mirko Scarcella replica a Le Iene su Stories: ‘Dette buffonate’, le accuse degli ex clienti (VIDEO)
17 Giugno 2020

Napoli, il buttafuori che si è tuffato ed ha salvato Amanda: ‘La lite col fidanzato dopo un messaggio’

Amanda Napoli

Sta meglio Amanda Tosi, la ragazza spinta in mare dopo una lite col fidanzato a Nisida, nel quartiere napoletano di Bagnoli. L’11 giugno la ventiduenne era stata trasferita nel reparto di terapia intensiva del Secondo Policlinico di Napoli in gravi condizioni.

Amanda Tosi sta meglio, si è alimentata da sola: ‘Ha chiesto del fidanzato’

Salvata da un buttafuori, la giovane aveva inalato molta acqua e si temeva il peggio. L’arrivo immediato dei soccorsi ha evitato il peggio e da alcune ore Amanda si alimenta da sola. La polmonite da inalazione di acqua di mare è in fase di guarigione e anche la frattura del bacino va molto meglio.

La madre ha riferito che poco dopo essersi svegliata ha chiesto del fidanzato, Gennaro Maresca, con il quale aveva pesantemente litigato. Il ventiquattrenne è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio.

La 22enne spinta in mare dopo una lite con il fidanzato

“Lei è innamorata, lui gli aveva fatto vivere una quarantena da incubo” – ha sottolineato la mamma nel corso del puntata odierna de La Vita in diretta. Un episodio che poteva avere conseguenze drammatiche se non ci fosse stato il tempestivo intervento di Damiano Preni, un giovane buttafori che ha ricostruito quanto accaduto la sera tra il 10 e l’11 giugno a Nisida nel corso del programma di Rai 1.

“Inizialmente sembrava tutto tranquillo. Hanno mangiato e bevuto ma tutto è cambiato quando è arrivato un messaggio ad Amanda. Da questo momento hanno iniziato a discutere e gli ho chiesto anche se andava tutto bene”.

Damiano Preni a La Vita in diretta: ‘La discussione dopo un messaggio’

La lite è proseguita anche all’esterno del locale. “Stavo salutando dei clienti quando ho visto un po’ di caos in lontananza e dei ragazzi che urlavano l’ha buttata giù. Non ci pensato due volte, ho poggiato il telefonino a terra e mi sono tuffato. Per fortuna indossava un abito bianco e l’ho vista subito nonostante fosse notte fonda”. Pochi istanti che si sono rivelati determinanti.

‘Non ci ho pensato due volte a tuffarmi, sembrava morta’

Sembrava morta, sono riuscita a portarla verso uno scoglio, c’erano una quindicina di persone che gridavano senza però che nessuno mi venisse in soccorso.

Solo in un secondo momento sono arrivate due persone, uno di questi era un infermiere, che mi hanno dato una mano” – ha spiegato Damiano che nella circostanza si è anche fatto male. In pochi istanti è arrivata anche l’ambulanza ed Amanda è stata rapidamente trasferita in terapia intensiva dalla quale è uscita nelle ultime ore.

Damiano, il buttafuori che ha salvato Amanda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *