Napoli, perde le staffe e sputa a medico e infermiere mentre è in fila per il tampone: ‘Come sparare’
11 Marzo 2020
Madonna ape benedizione
Bibione, don Andrea in pellegrinaggio con l’Ape per dare la benedizione ai fedeli: ‘La multa è una fake news’ (VIDEO)
11 Marzo 2020

L’Oms ha confermato che ora si può parlare di pandemia per il coronavirus. Ad affermarlo, come riferito dall’Adnkronos, il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel corso di una conferenza stampa a Ginevra sul Covid 19. “L’Oms ha valutato che Covid-19 può essere caratterizzata come una pandemia. Non abbiamo mai visto una pandemia di un coronavirus, questa è la prima. Ma non abbiamo mai visto nemmeno una pandemia che può, allo stesso tempo, essere controllata”.

‘Non abbiamo mai visto una pandemia di un coronavirus, può essere controllata’

Il direttore generale non ha nascosto la sua preoccupazione nel corso dell’incontro con la stampa. “Nelle ultime due settimane, il numero di casi al di fuori della Cina è aumentato di 13 volte e il numero dei paesi contagiati è triplicato. Ci sono più di 118.000 casi in 114 paesi e 2191 persone sono decedute. In migliaia stanno lottando per la vita negli ospedali. Nei giorni e nelle settimane davanti a noi, ci aspettiamo un ulteriore aumento di casi, di decessi e di paesi coinvolti”.

Ghebreyesusu: ‘Non utilizzare con superficialità il termine pandemia’

Tedros Adhanom Ghebreyesus ha invitato i media a non utilizzare con superficialità il termine pandemia. “E’ un termine che, se utilizzato in maniera errata, può provocare panico non ragionevole o l’ingiustificata rassegnazione come se la lotta fosse terminata, provocando sofferenze e morti evitabili”.

‘Grazie a Italia, Iran e Corea per le misure adottate’

Un passaggio anche sull’Italia e sugli altri paesi duramente colpiti dal Covid 19. “Siamo grati per le misure che vengono adottate in Iran, Italia e Corea per rallentare il virus e contenere le epidemie. Sappiamo -ha affermato- che queste misure hanno un impatto pesante sulla società e sulle economie, come è accaduto in Cina“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *