festa della mamma immagini
Festa della mamma 2021 immagini e gif
8 Maggio 2021
Iva Zanicchi
Isola dei Famosi, come sta Iva Zanicchi dopo aver abbandonato la puntata: la cantante pubblica una foto
8 Maggio 2021

Razzo cinese Long March 5B, mezza Italia in allerta: ecco quando cadrà, i consigli della Protezione civile

razzo cinese

Un grande razzo cinese fuori controllo è destinato a rientrare nell’atmosfera terrestre entro questo fine settimana. L’alllarme è stato lanciato nelle scorse ore con gli scienziati che non hanno escluso che i detriti possano impattare sulla Terra. È la seconda volta che si verifica nel giro di un anno.

Il Comitato Operativo della Protezione Civile, in Italia ci sono “porzioni” di diverse regioni del centro-sud che potrebbero essere interessate dalla caduta di frammenti: Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Dall’Umbria alla Sicilia: centro sud in allerta per il razzo cinese

Il razzo Long March 5B, che è alto circa 100 piedi e pesa 22 tonnellate, dovrebbe entrare nell’atmosfera terrestre “intorno all’8 maggio“. Il rischio che l’impatto con l’atmosfera possa avvenire sull’Italia è piccolo e solo nelle prossime ore sarà possibile calcolarlo con maggiore precisione. La Protezione civile ha comunque invitato i cittadini ad adottare “responsabilmente comportamenti di auto protezione” in primis evitando luoghi aperti.

L’impatto con la Terra è previsto per l’8 maggio

Secondo una dichiarazione del portavoce del Dipartimento della Difesa Mike Howard, che ha detto che il Comando spaziale statunitense sta monitorando il razzo traiettoria.”Il punto di ingresso esatto del razzo nell’atmosfera terrestre” non può essere individuato fino a poche ore dal rientro, ha detto Howard, ma il 18 ° Space Control Squadron sta fornendo aggiornamenti quotidiani sulla posizione del razzo attraverso il sito web di Space Track .

La buona notizia è che i detriti che precipiteranno verso la Terra rappresentano una minima minaccia per la sicurezza personale. “Il rischio che ci siano dei danni o che colpisca qualcuno è piuttosto piccolo – non trascurabile, potrebbe accadere – ma il rischio che ti colpisca è incredibilmente esiguo”. – ha detto questa settimana alla CNN Jonathan McDowell, astrofisico presso il Centro di astrofisica dell’Università di Harvard, Stati Uniti.

L’astrofisico dell’Università di Harvard: ‘Il rischio che colpisca qualcuno è esiguo’

L’Agenzia spaziale europea ha previsto una “zona a rischio” che comprende “qualsiasi porzione della superficie terrestre compresa tra circa 41,5 N e 41,5 S di latitudine“, che include praticamente tutte le Americhe a sud di New York, tutta l’Africa e l’Australia, parti del Asia meridionale del Giappone e Spagna, Portogallo, Italia e Grecia in Europa. La situazione è costantemente monitorata dal Virtual Telescope con aggiormaneti live.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *