stefano-leo
Stefano Leo ucciso perché era felice, la confessione choc di Said: ‘Avrei ucciso ancora’
2 Aprile 2019
art italia
Re d’Italia Art, gli artisti italiani all’Artexpo di New York per conquistare gli Stati Uniti
2 Aprile 2019

Revenge porn, ora è reato: intesa bipartisan alla Camera, la decisione sulla castrazione chimica

camera dei deputati

Alla fine revenge porn fu. Dopo lo scontro in aula della settimana scorsa è stata approvato alla Camera (con intesa bipartisan) il Ddl Codice Rosso con 461 favorevoli. Recepito, attraverso un emendamento della relatrice Ascari dei 5Stelle, il testo presentato da Forza Italia e da Laura Boldrini per il Pd in relazione alla dibattuta questione della diffusione di filmati intimi per vendicarsi del partner.

Coloro che saranno ritenuti colpevoli del reato di revenge porn e sexting rischiano condanne da uno a sei anni di carcere e pene pecuniarie fino a quindicimila euro.

Revenge porn: si rischia fino a 6 anni di carcere

La Lega ha ritirato l’emendamento sulla castrazione chimica per il quale si era strenuamente battuta la settimana scorsa con la ministra della Pa Giulia Buongiorno in prima linea. “E’ una scelta d’amore per le donne, la castrazione chimica farà parte di un nuovo ddl”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *