vaccino
Coronavirus, Putin ha fatto testare il vaccino russo su una delle figlie: ‘Il primo ad essere registrato’, la reazione Usa
11 Agosto 2020
Ed Sheeran
Ed Sheeran diventerà papà, l’indiscrezione del The Sun
12 Agosto 2020

Coronavirus, focolaio alla Sonrisa: istituita mini zona rossa a S. Antonio Abate

Sonrisa coronavirus

In serata con il Governatore della Campania con l’ordinanza numero 67 ha istituito la mini zona rossa di S. Antonio Abate in relazione al numero elevato di contagi di coronavirus registrati in una struttura ricettiva del comune in provincia di Napoli. La misura si è resa necessaria dopo che è emersa la positività al Covid 19 di un dipendente del castello delle cerimonie La Sonrisa.

S. Antonio Abate, disposta la chiusura de La Sonrisa e dell’Hotel Villa Palmentiello

Nello specifico è disposta con decorrenza immediata, e fino al 25 agosto 2020, la chiusura delle strutture ricettive “La Sonrisa” (dove si registrava il Boss delle Cerimonie) e “Hotel Villa Palmentiello”, site nel territorio di Sant’Antonio Abate (in provincia di Napoli), con obbligo di disinfezione e sanificazione di tutti i locali prima della riapertura.

Ai cittadini aventi residenza, domicilio o dimora nella via Croce di Gragnano nel territorio di Sant’Antonio Abate è fatto obbligo di isolamento domiciliare, con divieto di allontanamento dalle dette abitazioni fino al 14 agosto 2020.

Isolamento domiciliare fino al 14 agosto per i residenti in via Croce di Gragnano

Ai cittadini indicati è consentito accedere alla propria residenza, domicilio o dimora sita nella menzionata strada, con obbligo di rimanervi in regime di isolamento domiciliare e di sottoporsi a tutti i controlli sanitari disposti dalla ASL competente. Obbligo di isolamento domiciliare fiduciario fino al compimento di 14 giorni per chiunque abbia partecipato a feste e ricevimenti nelle strutture ricettive sottoposte a chiusura.

Coronavirus, le disposizioni per i campani che rientrano dalle vacanze all’estero

Inoltre  per i cittadini residenti in Campania che facciano rientro da vacanze all’estero con tratte dirette o attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale è fatto obbligo di segnalarsi alla competente ASL per essere sottoposti a test sierologici e/o tamponi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *