faceApp clementino
Clementino pubblica per errore una foto piccante su Instagram e per i fan diventa Clementone (FOTO)
29 Giugno 2019
giampiero ventura
Salernitana, sarà un’av… Ventura, Lotito non aspetta Marino e mantiene la vecchia promessa: tifosi scettici
29 Giugno 2019

Italia-Olanda 0-2, azzurre non piangete: è solo l’inizio (highlights)

girelli lacrime

Per un tempo l’Italia ci ha provato, ci ha creduto ed ha messo in difficoltà un avversario solido, forte fisicamente e tecnicamente. Le azzurre escono a testa alta dal mondiale francese con l’Olanda campione d’Europa. Nella ripresa è venuta fuori tutta la classe e la forza delle orange che si sono assicurate semifinali e Olimpiadi di Tokyo contro un’Italia che è andata in debito d’ossigeno nell’inferno di Valenciennes. Le lacrime di Cristiana Girelli dopo il secondo gol di Van der Grat hanno fatto il giro del mondo così come quelle di tutte le altre ragazze a fine partita.

Lacrime comprensibili per la delusione di un sogno che si è interrotto sul più bello. Pianto che, visto il percorso delle azzurre al mondiale di Francia, potranno presto trasformarsi in lacrime di gioia. Le ragazze di Milena Bertolini hanno tutto per poter crescere ulteriormente sulla spinta dell’entusiasmo che si è creato nel Bel Paese e con la speranza che le promesse fatte dalla Figc durante questa splendida cavalcata si trasformino in realtà.

Italia-Olanda 0-2, le azzurre crollano nella ripresa, orange in semifinale e alle Olimpiadi

A differenza dell’Italia in Olanda c’è il professionismo che maggiori opportunità a chi pratica questo sport. Nel primo tempo Bergamaschi, su assist di Bonansea, e Girelli hanno avuto due buone opportunità per sbloccare il risultato con l’Olanda che ha avuto uno sterile predominio territoriale. Nella ripresa l’Olanda è venuta fuori e prima di sbloccare il risultato ha centrato una traversa con Van de Donk e sono andate ad un passo dal vantaggio su punizione di Spitse. Dai e dai e l’Olanda ha trovato il gol su calcio piazzato prima con Miedema e poi Van der Gragt con due azioni fotocopia. Nel finale Sabatino ha trovato l’opposizione di Van Veenendaal e non è riuscito ad accorciare le distanze. Discutibile – anche se non ha influito sul risulato – l’arbitraggio dell’uruguaiana Umpierrez.  Fa festa l’Olanda, ma l’Italia esce a testa alta: ragazze non piangete! Il meglio deve ancora venire.

ITALIA-OLANDA 0-2

ITALIA (4-4-2): Giuliani; Bartoli (46′ Boattin), Gama, Linari, Guagni; Bergamaschi (76′ Serturini), Galli, Giugliano, Cernoia; Giacinti, Bonansea (55′ Sabatino). Ct: Bertolini

OLANDA (4-3-3): Van Veenendaal; Van Lunteren, Van der Gragt (87′ Dekker), Bloodworth, Van Dongen; Groenen, Van de Donk, Spitse; Van de Sanden (56′ Beerensteyn), Miedema (87′ Roord), Martens. Ct: Wiegman

ARBITRO: Umpierrez (Uruguay)

RETI: 70′ Miedema, 80′ Van der Gragt

Ammoniti: Linari (I), Guagni (I), Cernoia (I), Sabatino (I)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *