Natale luci forma pene
Stati Uniti, luci di Natale troppo audaci: Shelby fa arrabbiare i vicini, foto virale
22 Dicembre 2019
Gaia e Camilla ponte Milvio
Roma, i sogni di Camilla e Gaia infranti sul ponte Milvio, il papà dell’investitore è il regista Paolo Genovese: ‘Distrutto’
22 Dicembre 2019

Juventus-Lazio 1-3, Supercoppa biancoceleste: capolavoro e stoccata per Inzaghi, gli highlights

Lazio quinta supercoppa

La Lazio concede il bis in pochi giorni ed alza la Supercoppa a Riad contro una Juventus meno brillante del solito. E’ la terza volta che la squadra capitolina supera i bianconeri in questa competizione, l’ultima volta due anni e mezzo fa. Cinque i successi in totale del club di Lotito che appaia nella graduatoria generale l’Inter con la Juve in testa con 7 trionfi. Un capolavoro quello realizzato dalla squadra allenata da Simone Inzaghi.

La gioia di Lotito a fine partita

Quinta Supercoppa per la Lazio: raggiunta l’Inter

I biancocelesti hanno aperto le danze con un gran gol di Luis Alberto nel primo tempo ed hanno controllato senza particolari affanni le sfuriati di Ronaldo e compagni fino al termine del primo tempo. Una gran giocata del campione portoghese che ha propiziato il gol di Dybala (4 gol e record di marcature nelle manifestazione per l’argentino).

Luis Alberto apre le danze, le mosse vincenti di Inzaghi nella ripresa

Nella ripresa ci si aspetta un cambio di marcia della Juventus. ma in realtà è la Lazio a menare le danze ed a trovare il gol del vantaggio con Lulic dopo che Inzaghi aveva deciso di tirare fuori Luis Alberto e Leiva, i due ammoniti, per Cataldi e Parolo. A riportare avanti i biancocelesti ci ha pensato Lulic con una bella conclusione di misura.

Il guizzo decisivo di Lulic, espulso Bentancur

Poco efficace la reazione della squadra di Sarri che si è concretizzata in un colpo di testa di Bonucci di poco a lato. In pieno recupero l’espulsione di Bentancur e il gol di Cataldi su punizione per la gioia irrefrenabile di Lotito e la commozione di Inzaghi.

Inzaghi euforico al termine della partita

I sassolini di Inzaghi: ‘Quando le cose andavano male so chi c’è stato’

“Abbiamo fatto qualcosa di magico. In due settimane scarse abbiamo superato due volte la Juve. Questo è un gruppo forte che ha creduto sempre nelle sue qualità. Successo dedicato a mia moglie, ad i miei figli ed ai miei genitori ed a tutte le persone che sono state con me. Quando le cose non andavano so chi c’è stato e chi non c’è stato” *- ha dichiarato Inzaghi a fine partita.

JUVENTUS-LAZIO 1-3

JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; De Sciglio (55′ Cuadrado), Bonucci, Demiral, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi (76′ Douglas Costa); Dybala; Higuain (66′ Ramsey), Ronaldo. All. Sarri

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva (64′ Cataldi), Luis Alberto (66′ Parolo), Lulic; Correa, Immobile (82′ Caicedo). All. Inzaghi

Arbitro: Calvarese di Teramo

RETI: 17′ Luis Alberto (L), 45′ Dybala (J), 28 st’ Lulic (L), 49′ st Cataldi.

NOTE: espulso Bentancur (J) ammoniti Luis Alberto (L), Leiva (L).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *