British Airways, da oggi sciopero di 48 ore: cancellati 1700 voli, i dettagli
9 Settembre 2019
Luis Miguel, parla il magnate Bremer: ‘La serie tv ha salvato la sua carriera, ha pagato i suoi debiti’
9 Settembre 2019

Sara Tommasi e Debora Cattoni, telenovela infinita dopo il no al Festival di Venezia: ‘Basta, non sei malata’

Continua la telenovela infinita tra Sara Tommasi e Debora Cattoni. La show girl , come comunicato dalla manager, ha deciso di non prendere parte al Festival di Venezia per questione economiche. Una decisione che ha fatto infuriare la Cattoni: “La mostra internazionale del cinema è un’occasione per tutti e si va oltre i compensi”. Da qui la nuova rottura. Nel frattempo la dinamica attrice si è recata al Festival come dimostrato da alcuni scatti con l’attore statunitense Brett Roberts e la partecipazione alla premiere di Johnny Depp. Contestualmente è maturato un nuovo colpo di scena. Sara Tommasi ha pubblicato sul profilo Instagram un post in cui spiega i motivi per i quali non ha raggiunto la manager a Venezia. “Motivi di salute e di famiglia”. La starlette ha chiesto scusa a Debora Cattoni ed ha sottolineato quanto è stata importante il suo supporto in una fase buia della sua vita. Un appello vero e proprio a non abbandonarla.

Visualizza questo post su Instagram

#cari ragazzi volevo scusarmi pubblicamente per non aver partecipato al festival di Venezia dove mi attendeva la mia manager Debora Cattoni . Purtroppo come sapete non godo di ottima salute e alle volte la mia malattia mi allontana dal set . Spero che Debora capisca il mio stato d'animo che se pure non grave in una fase della mia vita nel quale purtroppo sto perdendo lentamente ma in modo crudele la mia famiglia per infermità gravi . Alle volte l'umore mi costringe alla disperazione e a piangere a letto . Incapace di uscire di casa e sostenere lunghi viaggi . Il coraggio che mi aveva caratterizzata in passato prende il posto della disperazione di fronte a scenari cupi a casa, in cui purtroppo neanche le preghiere funzionano . Debora mi aveva fatto tornare a sorridere . Ma poi la quotidianità mi aveva risucchiata e allontanata . Ti prego Debora questo è' un appello torna a sorridere con me e andiamo a Roma in un locale del mio amico venerdì prossimo dove saranno presenti altri vip e recuperiamo il nostro rapporto . Ti dissi già in passato che ho bisogno che tu viva con me per colmare giorno dopo giorno le mie lacune e incoraggiarmi a vivere . Non a morire 😜

Un post condiviso da Sara Tommasi Dj (@officialtommasi) in data:

L’appello di Sara Tommasi, Debora Cattoni: ‘Hai ascoltato persone sbagliate’

Una storia infinita, quasi da due amanti che litigano di continuo, si lasciano e tornano insieme con la manager che ha scritto una lettera pubblica, condivisa sul profilo Instagram, in cui rimprovera all’amica di aver ascoltato “persone sbagliate“. ”  Hai dato soldi a chi non dovevi, e per un biglietto del treno hai fatto i capricci come le bambine. Sei molto intelligente, ti stimo, sei viva. Sei capace di grandi emozioni e mi hai persino fatto piangere. Perché vuoi apparire malata? Non lo sei. Per me sei una persona normale, con tanti problemi come tutti. C’è chi li porta in tv e chi li tiene per se, ma queste persone che ci leggono, tante di loro stanno male, forse peggio di te. Tu sei da Oscar, sei uscita vincente”. Un post che fa pensare che alla fine la Cattoni concederà una nuova chance a Sara Tommasi. Forse l’ultima.

Visualizza questo post su Instagram

#SaraTommasi #Friends #friendly #friends #deboracattoni #facciocoseevedogente #celebrity #celebrities #influencer #manager #management #love #us Cara Sara, ci tengo a scriverti qui perché so che la gente, la più intelligente, anzi chiamiamole “ Persone “ le nostre persone, come le chiama il filosofo #hermanhesse resteranno per sempre, il resto della cerchia si auto elimina da sola, come ti ho sempre detto. Ti ho conosciuta impaurita dalla vita. Mi sono presa cura di te prendendo treni e treni per conoscerti meglio, dal 2014. Non stavi in forma ma io in quel cavallo zoppo come ti dissi, avevo visto luce. Non è che l’Italia non ti vuole. L’ Italia si divide in due parti: “ Quelli che ti perdonano “ e “ Quelli che ti hanno fatto scontare tutto, che criticano, che sfogano le loro repressioni con le disgrazie altrui, ci giocano” io ho detto “ Ti accetto cosi come sei, non ferirmi o farmela dietro, o usare modi del tuo passato con me, perché io non sono gli altri, se mi impegno, io ti riporto in alto “ tu mi hai fatto una promessa. Non mi hai mai dato buca perché hai capito il potere dei fatti. Quando lo hai fatto, sei stata semplicemente condizionata da gente sbagliata, come sempre, gente che ti innervosisce. Devi ascoltare chi ti ama. Non chi ti vuole sfruttare. Oppure a volte lo hai fatto perché come ti sei presa nuovamente un po’ di luci, subito ti sei sentita grande e hai detto “ Chi mi vuole mi paga altrimenti non vengo più “ devi capire la differenza di certi investimenti se pur piccoli per noi, di immagine. Hai dato soldi a chi non dovevi, e per un biglietto del treno hai fatto i capricci come le bambine. Sei molto intelligente, ti stimo, sei viva. Sei capace di grandi emozioni e mi hai persino fatto piangere. Perché vuoi apparire malata? Non lo sei. Per me sei una persona normale, con tanti problemi come tutti. C’è chi li porta in tv e chi li tiene per se, ma queste persone che ci leggono, tante di loro stanno male, forse peggio di te. Tu sei da Oscar, sei uscita vincente. Hai una vita davanti. Non mettere i problemi, che ci sono sempre stati, della tua famiglia davanti ad un tuo capriccio. Non lo accetto. Sei laureata alla Bocconi. Non lo accetto.

Un post condiviso da Debora Cattoni✨🇮🇹🇦🇪 (@debora_cattoni_official) in data:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *