sito Russo
Russia, la direttrice di un sito di notizie si dà fuoco: l’accusa di Irina Slavina su Fb prima della morte
3 Ottobre 2020
Roberto Giacobbo
Roberto Giacobbo a Verissimo: ‘Il Covid 19 non me lo sono andato a cercare, sono stato ad un passo dalla fine’
3 Ottobre 2020

Chievo-Salernitana 1-2, pagelle e highlights: Tutino illumina i granata, Belec fa tremare i tifosi

Colpaccio della Salernitana che sbanca il Bentegodi e conquista i primi tre punti della stagione. Castori si affida al 4-4-2 a Verona contro il Chievo allenato da Aglietti e schiera Gyomber dal primo minuto in luogo di Veseli e rilancia Di Tacchio dal primo minuto. In avanti fiducia alla coppia Tutino-Djuric.

Tutino e Djuric rimediano all’errore di Belec

Dopo un avvio di partita tutt’altro che esaltante a rompere l’equilibrio ci pensa un clamoroso errore di Belec che si fa sorprendere da Mogos. I padroni di casa prendono coraggio e sfiorano il raddoppio con Bertagnoli. Al 34′ improvviso lampo granata con Tutino che doma un pallone al centro area e spiazza Seculin. Nella ripresa il Chievo prova a prendere campo ma non si vede quasi mai dalle parti di Belec. Più cinica la Salernitana che al 19′ ribalta il risultato con un perentorio colpo di testa di Djuric che trova impreparato il portiere gialloblu.

Finale da brividi, il Chievo reclama un rigore: Obi espulso

L’ingresso di Capezzi dà più verve al reparto offensivo granata. L’ex Albacete va due volte vicino al gol con una conclusione che centra il palo esterno dopo un bel tiro a volo di Kupisz. Nel finale Casasola si rende protagonista di due interventi al limite in area di rigore (il primo per un fallo di mano, il secondo per un intervento in scivolata). Nella circostanza è stato espulso Obi per doppia ammonizione.

Gli highlights di Chievo-Salernitana 1-2

Gli highlights completi di ChievoSalernitana e delle altre partite della serie B saranno pubblicati sul sito https://www.raisport.rai.it alla sezione 90 Minuto serie B. Al momento le sintesi non sono ancora disponibili sul sito del campionato cadetto come nella passata stagione.

Le pagelle: Gyomber autoritario, Casasola da brividi nel finale

Belec 4,5: esce a farfalle in occasione del gol del vantaggio del Chievo. Già contro la Reggina non era parso particolarmente sicuro in uscita. La Salernitana spera di aver risolto il problema portiere con l’ex Apoel ma in queste primi impegni stagionali è stato tutt’altro che irreprensibile.

Lopez 6: limita bene i dirimpettai. Nel finale va in affanno e concede qualcosa in più agli avversari.

Gyomber 6,5: Castori lo preferisce a Veseli e il difensore lo ripaga con una prestazione maiuscola. Agli avanti scaligeri concede le briciole.

Aya 6,5: prende la bacchetta e dirige la difesa con autorità.

Casasola 5: prestazione meno brillante rispetto alla performance con la Reggina. Commette qualche errore di troppo in fase d’appoggio. Nel finale rischia due rigore in un minuto.

Kupisz 6: prezioso nella fase difensiva, meno continuo nel proporsi in fase offensiva. Sfiora un gran gol con una bella girata. (45′ st Curcio sv: entra nei minuti di recupero per far rifiatare il compagno di squadra)

Di Tacchio 6: solita prestazione di quantità, la sua fisicità si fa sentire a metà campo. Prezioso l’assist

Schiavone 5,5: dovrebbe illuminare la manovra granata ma la sua musa ispiratrice deve essere ancora in vacanza. (11′ st Capezzi 6,5: buon impatto sulla partita. Sfiora il gol con una conclusione che centra il palo esterno. I suoi inserimenti creano scompiglio nella difesa gialloblu)

Cicerelli 6: si accende ad intermittenza. Nel primo tempo è tra più propositivi, poi, come contro la Reggina, sparisce dal radar. (35′ st Veseli 6: entra per rafforzare gli ormeggi, dà il suo contributo).

Tutino 7: doma una palla di Di Tacchio ed invente il primo gol con una conclusione imprendibile in buca d’angolo. (45′ st Lombardi sv: pochi minuti per respirare l’odore dell’erba sul campo dove ad inizio anno subì un grave infortunio)

Djuric 7: decide la partita con il piatto forte della casa. L’attaccante svetta su tutti e sorprende Seculin. (35′ st Gondo 6: ha il compito di allungare la squadra e tenere il pallone lontano dalla metà campo granata, non sempre ci riesce.)

La papera di Belec in occasione del gol di Mogos
La papera di Belec vista da un’altra prospettiva
Il pareggio di Tutino
La gran giocata di Tutino per il pari dei granata
Djuric svetta di testa…
e supera un incerto Seculin
Il tiro a volo di Kupisz
Il palo centrato da Capezzi
Il presunto fallo da rigore di Casasola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *