coronavirus
Coronavirus, contagi e tamponi record in Italia oggi 14 ottobre: 7332 positivi al Covid, neanche a marzo numeri simili
14 Ottobre 2020
Tommaso Zorzi
Tommaso Zorzi vuole lasciare il GF Vip, Stefania Orlando: ‘Mi metto davanti alla porta’
14 Ottobre 2020

Juventus-Napoli 3 a 0 a tavolino, azzurri penalizzati di un punto: ‘Prestazione rinunziata unilateralmente da tempo’, e sulla forza maggiore…

Grassani

Il primo round è di colore bianconero con il 3 a 0 a tavolino della Juventus sul Napoli con sanzione accessoria di un punto di penalizzazione al club partenopeo. Questo il verdetto del giudice sportivo che oggi 14 ottobre ha sanzionato la società di De Laurentiis per non aver raggiunto Torino per disputare il match dello Stadium del 4 ottobre 2020.

Il Napoli annuncia battaglia, si muoverà anche la Regione Campania?

Tutto ruota sulla tempistica relativa ai comunicati dell’Asl e sulla decisione degli azzurri di non partire per il Piemonte in anticipo rispetto alla sopravvenuta causa di forza maggiore. Sicuramente il Napoli impugnerà il provvedimento e non è da escludere che la quaestio venga discussa anche in sede di giustizia ordinaria.

Una decisione che solleverà un polverone anche a livello istituzionale dopo che De Luca aveva sottolineato la rilevanza delle decisioni assunte dal Ministero della Salute e quindi dalle Asl rispetto al protocollo. Particolare evidenziato anche dal giudice sportivo che contesta alla società Napoli di aver rinunciato in anticipo alla trasferta dello Stadium.

‘Incompatibilità della trasferta di Torino comunicata il 4 ottobre, giorno della gara’

Dopo le circolari del 2 e del 3 ottobre (con comunicazioni compatibili con il protocollo Figc) solo il 4 ottobre, giorno della gara, alle 14:13 l’Asl Napoli 2 riferiva che la situazione diventava incompatibile con la trasferta di Torino e l’ordine dell’autorità assumeva valenza incidente. “La prestazione del Napoli era nel frattempo diventata oggettivamente impossibile anche sotto il profilo logico amministrativo avendo da tempo la società da tempo rinunciato alla trasferta”.

‘Il Napoli aveva da tempo rinunciato alla trasferta’

Nel dispositivo viene evidenziato che “deve affermarsi il principio che non può far valere una causa esterna oggettiva di impossibilità della prestazione, quale è appunto la forza maggiore, nel caso declinata come ordine dell’autorità quando la prestazione sia stata da tempo unilateralmente rinunziata (non conformemente alle indicazioni delle Ente organizzatore) e sia divenuta ormai nei fatti impossibile”.

Da qui la decisione del giudice sportivo che ha assegnato la vittoria a tavolino (3-0) alla Juventus e penalizzato il Napoli di un punto. Gli atti sono stati trasmessi alla Procura Federale per ulteriori provvedimenti rispetto alla violazione del Protocollo ed altri aspetti rilevanti per l’ordinamento sportivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *