Valery Vita
Valery Vita, esibizione Shock Rock: heavy metal senza limiti con la band Black Violence
28 Gennaio 2020
Superenalotto: punta 2 euro e vince 67 milioni a Romito Magra, la frazione dei record
28 Gennaio 2020

Kinsey Wolanski colpisce ancora. Secondo i media austriaci è stata l’irriverente modella, ospite domenica sera a Live Non è la d’Urso, ad invadere la pista di Schladming in costume mentre l’azzurro Alex Vinatzer tagliava il traguardo.

L’invasione di di Kinsey per ricordare Kobe Bryant

Il passaggio della giovane in costume ha fatto scattare prima la fotocellula con l’italiano che ha esultato al traguardo per aver centrato il miglior tempo con mezzo secondo di vantaggio su uno strepitoso Clement Noël. La giovane si è presentata in pista con un manifesto che recitava “RIP Kobe” in memoria di Kobe Bryant.

Kinsey Wolanski con il manifesto per ricordare Kobe Bryant

Vinatzer retrocesso dopo aver esultato per il I posto, la modella passa il traguardo e fa scattare prima la fotocellula

Il tempo di Vinatzer è stato rettificato con il giovane talento azzurro retrocesso al terzo posto a 13 centesimi da Noel. Dopo la gara Ramon Zenhäusern ha commentato con ironia l’accaduto alla SRF: “Non ho mai visto prima nulla del genere”.

Kinsey Wolanski un’ora prima della seconda manche dello slalom in notturna aveva pubblicato un storia su Instagram dall’Hotel Tannenhof a St. Johann im Pongau, non lontano da Schladming.

Prima della gara la Wolanski aveva pubblicato una Stories dall’Hotel Tannenhof

Kinsey è diventata una star il 1 ° giugno 2019 quando ha anche attirato l’attenzione ha invaso il rettangolo di gioco nel corso della finale di Champions League tra Liverpool e Tottenham

Vince Kristoffersen, quinto Maurberger

Ora la nuova performance nel corso dello slalom speciale di Schladming, valido per la Coppa del Mondo di sci alpino, che sarà ricordata a lungo anche per quanto accaduto a Vinatzer che per la cronaca ha chiuso al sesto posto. La gara è stata vinta da Henrik Kristoffersen davanti a Pinturault e Yule, quinto l’azzurro Simon Maurberger.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *