protesta Duomo Milano
Covid 19, le audaci star protestano a Milano e scrivono a Conte: ‘La nostra non è un’occupazione fantasma’
3 Novembre 2020
buon onomastico Carla
Buon onomastico Carlo, Carla oggi 4 novembre: video, gif e immagini di auguri da inviare via social
4 Novembre 2020

Maradona operato per un coagulo al cervello: intervento riuscito alla clinica Olivos, il sostegno dei tifosi

Maradona

Diego Armando Maradona è stato operato per un coagulo al cervello. La doccia fredda per il Diez è arrivata quando sembrava che tutto fosse pronto per un ritorno a casa anticipato con i tifosi che speravano di vederlo in campo domenica. Dagli accertamenti è emerso che il fuoriclasse argentino ha un ematoma subdurale, qualcosa di simile a quello che è successo a Cristina Fernández de Kirchner nel 2013, ed è stato operato d’urgenza.

Lintervento è durato un’ora e mezza, il medico di Maradona: ‘Sarà importante il risveglio’

Secondo le prime indiscrezioni l’intervento, durato un’ora e mezza, è perfettamento riuscito. L’ex capitano del Napoli proseguirà la riabilitazione  alla Clinica Olivos. Decine di tifosi hanno dato supporto a Diego Maradona durante l’operazione.

Il medico dell’ex capitano del Napoli, Leopoldo Luque, ha rilasciato dichiarazioni rassicuranti subito dopo l’intervento: “Diego è sotto controllo. Ha un piccolo drenaggio che gli toglieremo nelle prossime ore. La durata della permanenza dipenderà dalla sua evoluzione. Il risveglio sarà importante”.

Maradona, dagli accertamenti era emerso un ematoma subdurale

Il pibe de oro è stato trasferito alla clinica Olivos. Secondo quanto riferito dai media argentini la problematica riguarda il lato sinistro della testa. Venerdì scorso, giorno del sessantesimo compleanno, era stato visto lasciare La Plata con difficoltà a camminare e persino a parlare.

Il pibe de ora faticava a camminare ed a parlare

L’ematoma subdurale è l’accumulo di liquido (sangue) tra il cranio e il cervello. Possono essere classificati in tre fasi: acute, se si verificano entro 3 giorni dalla causa del trauma; subacuto, se si manifesta tra quattro e 21 giorni e cronico se diagnosticato dopo 21 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *